Che cosa fa un insegnante nel tempo libero è affare nostro?

La vita privata degli insegnanti rappresenta spesso un punto interrogativo per gli studenti. Farsi domande è lecito, basta evitare di essere invadenti

La vita privata degli insegnanti può suscitare curiosità, e questo è assolutamente lecito. È abbastanza normale che i bambini, soprattutto i più piccoli, possano sentirsi a disagio nell’incontrare i propri maestri per strada. Sono abituati a vederli in aula e non riescono ancora a concepire l’idea che l’insegnante sia una persona normale, non un maestro-mostro che vive in funzione del proprio lavoro e approfitta di ogni occasione per rimproverare i propri alunni. I veri problemi, tuttavia, possono essere causati da un uso scorretto dei social media.

Un’insegnante messicana 24enne è stata recentemente licenziata a causa di un filmato che le era stato fatto durante le vacanze. Ciò che ha destato scalpore tra studenti e genitori è un semplice video in cui la donna balla in spiaggia con altre persone. La sua voglia di divertirsi come qualunque persona, non solo le è costato il lavoro, ma potrebbe perfino negarle ogni futura possibilità di carriera come insegnante. Questa vicenda dovrebbe fare riflettere e fare capire che la vita privata degli insegnanti è affar loro, e che l’invadenza può causare gravi conseguenze.

Finché un insegnante non infrange la legge ha il diritto di fare tutto ciò che vuole nel proprio tempo libero, eppure i primi a preoccuparsi sono i genitori. Invece di pensare ad affrontare nel migliore dei modi i colloqui, basta che il proprio figlio mostri loro una foto della propria professoressa che beve in un locale, perché i brutti voti passino in secondo piano. Prima di riunirsi a discuterne con gli altri genitori, bisognerebbe fermarsi e porsi una semplice domanda: che male c’è? Avere una vita che non riguarda soltanto la correzione dei compiti, non influenza di certo la professionalità in aula.

La vita privata degli insegnanti, quindi, merita di essere rispettata come quella di chiunque altro. Possono essere mamme, papà, donne o uomini single che hanno profili sui siti di incontri o persone che vogliono svagarsi il sabato sera come chiunque altro. I docenti conoscono le regole che li riguardano e la maggior parte di loro non farebbe nulla che possa compromettere la carriera. L’unico modo per evitare che un bravo insegnante perda ingiustamente il posto di lavoro, è lasciarlo vivere in pace avendo rispetto della sua privacy.

Che cosa fa un insegnante nel tempo libero è affare nostro?