Balla e canta con noi!

La musica fa bene, aiuta a rilassarsi e rende più intelligenti. Per i bambini, il canto e il ballo sono due attività del tutto naturali, oltre che divertentissime. E non serve iscriverli a un corso. In casa, in macchina, durante una festa con gli amichetti: si può cantare e ballare in qualsiasi situazione. E se mamma e papà si uniscono ai piccoli ballerini, il divertimento raddoppia!

LA MUSICA: UNA PASSIONE INNATA

La musica in gravidanza aiuta la mamma a rilassarsi. Ma fa bene anche al piccolo nel pancione! Alcuni studi dimostrano infatti che già dal sesto mese di attesa il feto è in grado di percepire i suoni e potrebbe persino ricordare le esperienze musicali vissute nell’utero.

Nei primi mesi di vita, il neonato è attratto dalla musica in maniera quasi ipnotica. Filastrocche e canzoncine lo aiutano a rilassarsi e ad addormentarsi, soprattutto se è la mamma che le canta.

Quando il bambino impara ad afferrare gli oggetti con le manine, i sonaglietti e i giocattoli sonori diventano i primi strumenti per fare musica.

Ancora qualche mese, e il piccolo inizierà a battere le manine e a ballare appena gli faremo ascoltare qualche motivetto.

La musica adatta ai bambini deve essere orecchiabile e di facile ascolto. I piccoli, infatti, sono attratti dai motivetti che presentano sequenze ripetitive perché li riescono a memorizzare più facilmente.

IL CANTO

La musica migliora l’umore e aiuta a rilassarsi. In più, secondo una ricerca canadese, fare musica renderebbe anche più intelligenti!

E qual è il modo più semplice per fare musica? Usare la nostra voce per cantare tutti assieme!
La voce della mamma riesce a comunicare emozioni al bambino con più facilità, poiché era già presente quando il piccolo era ancora nel pancione. Ma vale la pena di coinvolgere tutti i membri della famiglia nei momenti dedicati al canto, per condividere questi attimi di divertimento ed empatia.

Possiamo cantare durante la giornata, magari prima di andare a letto per rilassarci. Oppure possiamo inventare canzoncine per convincere i bambini a fare le cose più volentieri – mimando i gesti che loro dovranno fare, ad esempio per vestirsi o per lavarsi.

Il canto aiuta anche a far trascorrere più velocemente i momenti noiosi, come ad esempio un lungo viaggio in macchina.

IL BALLO

Per il bambino, il ballo è una reazione istintiva all’ascolto della musica. Già prima di iniziare a camminare, il nostro piccolo impara a battere le manine e a dondolarsi al ritmo delle canzoncine e dei motivetti che gli facciamo ascoltare.

Ballando, il piccolo impara a coordinarsi con lo spazio e con le persone, a tenere il ritmo e ad esprimersi liberamente dando sfogo alla propria creatività. Inoltre, imparare qualche piccola coreografia lo aiuterà a incrementare le sue capacità di memorizzazione.

In una festa che si rispetti, musica e balli non possono mancare: al compleanno di vostro figlio, o in qualsiasi pomeriggio trascorso con gli amichetti, basterà accendere lo stereo e lasciare che i bambini si scatenino sulle note delle canzoni preferite.

Un’idea per ballare e cantare con i vostri bambini? Il cofanetto Ritm&Bans, DVD più CD per imparare canzoni divertenti e ancor più divertenti coreografie da ballare in casa con mamma e papà o durante le feste con gli amichetti. Il DVD è realizzato dalla onlus Pepita, Cooperativa sociale che si dedica a progetti educativi e sociali, percorsi di formazione e attività di animazione presso oratori e scuole, e che si è occupata dell’animazione della 49° edizione dello Zecchino d’oro.

Fonte:

Balla e canta con noi!