Il babywearing riduce le coliche del neonato: parola di dottore

Si sente spesso parlare di coliche del neonato, ma ora sempre più pediatri concordano: la fascia può essere efficace

Si sta diffondendo sempre più ta le neomamme la pratica del babywearing, ovvero l’abitudine di portare i bambini tramite un supporto, come fascia o marsupio ergonomico.

Al contrario di quanto si possa pensare, non è una “moda” degli ultimi anni o una trovata di mamme un po’ troppo “new age”. Passeggino e carrozzina sono in realtà supporti per trasportare i neonati e i bambini di invenzione recente, mentre fin dall’antichità il modo più naturale e istintivo per gli esseri umani di portare con sè i nuovi nati era prenderli in braccio e trasportarli.

Nel corso dei secoli, ogni popolazione ha sviluppato supporti più o meno simili, che spesso sono utilizzati ancora oggi. Il babywearing ha evidenti benefici: tra gli altri, sembra che aiuti nella gestione delle coliche del neonato. Nei primi tre mesi di vita sappiamo infatti che i bambini piangono: più spesso per fame e sonno, a volte di un pianto che può durare anche ore in una giornata, inconsolabile, che tradizionalmente chiamiamo “colica del lattante“.

Tuttavia, quei momenti di “disperazione” del bambino per molti pediatri non sono realmente coliche. Nelle popolazioni che hanno l’abitudine di tenere il bambino in fascia, le coliche del neonato sono più brevi e meno importanti. I ricercatori hanno visto che mettendo a confronto un gruppo di lattanti tenuti in braccio o in fascia, con un gruppo di lattanti allevati “all’europea”, lasciandoli dormire in carrozzina per spingerli all’autonomia, i lattanti tenuti vicini piangevano molto meno rispetto al gruppo cresciuto con pochi contatti pelle a pelle.

Secondo ormai evidenze scientifiche, nate da risultati di diversi studi, e molti esperti e pediatri, la cura delle coliche dei neonati può avvenire in modo efficace tenendo il bambino in fascia durante le ore del giorno, anche quando dorme.

Conviene allora inserire nella lista nascita anche un supporto per portare, come la fascia o il marsupio. È importante che siano ergonomici, quindi in grado di mantenere il bambino nella posizione più corretta, senza sovraccaricare la schiena. A gambe larghe, con la schiena leggermente curva, quasi rannicchiato addosso al petto della propria mamma, non potrà che sentirsi tranquillo. E la neomamma con lui.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Il babywearing riduce le coliche del neonato: parola di dottore