Allatta in un centro commerciale e viene allontanata. Altre 200 allattano per protesta

Una donna viene cacciata dal centro commerciale perché allattava in pubblico e le altre donne allattano per protesta

Allattare è un diritto, non un privilegio

E’ quanto hanno sostenuto decine di mamme in una manifestazione pacifica in un centro commerciale a Bendigo, in Australia. Le mamme hanno fatto un sit-in per sostenere Luci White, a cui qualche giorno prima era stato chiesto di lasciare il supermercato all’interno del centro commerciale perché stava allattando in pubblico e di utilizzare un’apposita sala per l’allattamento. Erano stati i clienti del supermercato a lamentarsi perché Luci stava allattando suo figlio Zaydd.

“Quando ho staccato mio figlio dal seno ha cominciato a piangere e per ora che siamo arrivati alla sala da allattamento urlava sempre più. E’ stata un’esperienza davvero traumatica” ha raccontato Luci. La sua amica Samantha Purden ha postato l’accaduto su Facebook per lamentarsi: “Sono assolutamente disgustata che alla mia amica, una giovane mamma, sia stato chiesto dal personale del centro commerciale di spostarsi in una sala di allattamento a causa delle lamentele di alcuni clienti per il fatto che allattava nel supermercato. Se allattassi ancora, andrei io stessa al centro commerciale ad allattare in pubblico. Credo che ci sia bisogno di un allattamento di massa nel supermercato per educare quegli uomini di Neanderthal e spiegare loro che nessuno ha il diritto di dire a una madre dove dar da mangiare a suo figlio”.

Il post è diventato virale e così è stata organizzata una manifestazione di madri che allattano dentro al centro commerciale. Le immagini postate sui social mostrano decine di mamme che allattano dentro al centro commerciale. “Vogliamo dare appoggio a questa giovane mamma e a qualsiasi altra cui sia stata detto che quello che stava facendo era sbagliato. Allattare in pubblico è perfettamente legale e non dobbiamo sentirci in colpa per questo”.

Il centro commerciale di Bendigo si è successivamente scusato per l’incidente dicendo che ai dipendenti sarebbe stato detto che le madri potessero allattare ovunque volessero: “Ci dispiace che un membro della nostra comunità si sia sentito in imbarazzo per un comportamento perfettamente naturale e ci scusiamo con questa giovane mamma per l’accaduto”.

 

Allatta in un centro commerciale e viene allontanata. Altre 200 allatt...