5 motivi per mandare i bambini al nido

Portare i bambini all'asilo comporta diversi vantaggi. Scopriamoli insieme

Nel corso del secolo scorso le famiglie erano più numerose e non era difficile trovare gruppi di una decina di bambini che giocavano nei cortili. Oggi siamo davanti a famiglie sempre più caratterizzate da figli unici e, quindi, difficilmente il bambino può interagire con dei propri pari nei primi anni di vita.

L’asilo nido può essere la soluzione ideale per diversi motivi: prima di tutto il bambino viene sottoposto a diversi stimoli attraverso il gioco e con la sperimentazione di attività, per esempio artistiche o motorie; inoltre acquisisce una padronanza linguistica imparando a esprimersi e confrontarsi sia con i suoi pari che con le educatrici.

Un altro aspetto positivo è che il bambino impara a responsabilizzarsi: in queste strutture le attività sono scandite con tempi precisi, il bambino inizia quindi a capire che esiste un tempo giusto per ogni cosa. Inoltre osservando soprattutto gli altri bambini diventa più facilmente autonomo durante i pasti, imparando a mangiare da solo e ad utilizzare le varie posate.

Durante le ore all’asilo esiste anche il momento del riposo, il bambino ha, quindi, la possibilità di imparare a dormire da solo, senza la presenza necessaria della mamma o del famoso “lettone”. Infatti per molti esperti i bambini che imparano a dormire da soli compiono un passo importante verso la conquista dell’autonomia e dell’indipendenza.

Oltre ai molteplici vantaggi che l’asilo nido porta al bambino, da non dimenticare sono anche gli aspetti positivi per la mamma. E’ indubbio che ogni donna ama il proprio figlio e vuole passare più tempo possibile con lui, ma approfittare per qualche ora dell’asilo nido permette alla mamma di riconquistare il suo spazio come donna che lavora e coltiva le sue passioni e ricaricare le energie.

Immagini: Depositphotos

5 motivi per mandare i bambini al nido