Zero waste: la spazzatura di un anno sta in un barattolo

La spazzatura in un barattolo: è questo quello che le blogger del movimento Zero Waste non solo propongono sul web, ma realizzano concretamente. Vediamo allora di seguito come fanno

La spazzatura di un anno in un barattolo: realtà o chimera? Alcune blogger del movimento Zero Waste dimostrano che è una cosa assolutamente possibile. Nello specifico parliamo della venticinquenne Kathryn Kellogg nativa di Vallejo, che è riuscita nell’impresa. La giovane racconta di essere riuscita a raccogliere i suoi pochissimi scarti mettendoli direttamente in un semplicissimo contenitore di vetro di due litri. La Kellogg ha realizzato su internet un seguitissimo blog Going Zero Waste nel quale dà consigli e suggerimenti su come ridurre al minimo i rifiuti domestici.

Basta andare sui social network, in particolare sul suo spazio Instagram #goingzerowaste per contare gli innumerevoli seguaci. Ma come è possibile comprimere tutta la spazzatura di un anno in un solo barattolo? La giovane impiegata in una tipografia ci spiega il suo trucco che si basa essenzialmente su uno stile di vita biologico. Kathryn Kellogg ad esempio utilizza spazzolini di bambù. La plastica è stata messa completamente al bando: per la sua spesa adopera solo buste di stoffa. I cibi che acquista? Si trovano in vasetti di vetro, e sempre in vetro sono le bottiglie dell’acqua che poi riutilizza facilmente, ed ancora indossa abiti riciclati.

Avete mai sentito parlare di compost? La Kellog lo utilizza per i suoi rifiuti biodegradabili. Ama realizzare in modo fai da te anche i prodotti del suo make-up, così come i suoi saponi e detersivi. Il suo dentifricio? E’ fatto in casa con il bicarbonato di sodio. Dovete pulire l’ argento? Perché non utilizzare l’aceto immesso in contenitori di alluminino. Un altro esempio di chi riesce a mettere tutta la sua spazzatura di un anno in un barattolo di vetro è la californiana Bea Johnson, 42 anni, mamma di due figli ed anche autrice del fortunato libro Zero Waste Home.

Eliminare in modo corretto i rifiuti con la sempre più diffusa arte del riciclo è un ottimo rimedio per riuscire a contrastare i cambiamenti climatici, ma purtroppo accade che spesso queste persone che si impegnano a raccogliere la spazzatura in un barattolo vengano viste dagli altri come troppo pignole o addirittura pazzi visionari. Lo scrittore Edward Humes ha dichiarato di essere certo che tra dieci anni la filosofia Zero Waste si diffonderà notevolmente, proprio come è accaduto ai pannelli fotovoltaici.

Zero waste: la spazzatura di un anno sta in un barattolo