Whatsapp: semplici trucchi per utilizzarlo al meglio

Come nascondere l'ultimo accesso, eliminare la doppia spunta blu, eliminare le continue notifiche dei gruppi o cambiare l’amministratore: leggi qui!

Alzi la mano chi non usa giornalmente Whatsapp! Questa famosissima applicazione presenta numerosi vantaggi, e permette di comunicare in tempo reale con gli utenti di tutto il mondo. Ma sei sicura di sapere tutto su Whatsapp? Forse non sai che esistono alcune funzioni che ti permetteranno di utilizzarlo al meglio.

Come nascondere l’ultimo accesso
Se non apprezzi che gli altri utenti vedano quando ti sei connessa l’ultima volta, esiste la possibilità di nascondere l’ultimo accesso. Come fare? Semplice: dal menu, accedi a “Impostazioni”, poi clicca su “Account”, poi su “Privacy” e infine su “Ultimo accesso”. Et voilà, adesso nessuno potrà più vedere a che ora ti sei connessa l’ultima volta.

Come eliminare la doppia spunta blu
Ti infastidisce la doppia spunta blu che indica che hai letto i messaggi ricevuti? Anche in questo caso, niente paura: entra di nuovo nella sezione “Privacy” e togli la spunta alla voce “Conferme di lettura”. Adesso nessuno potrà più “rimproverarti” se hai risposto in ritardo.

Come evitare il suono che accompagna le notifiche dai gruppi
I gruppi di Whatsapp, croce e delizia: sono comodissimi per comunicare con più persone contemporaneamente, ma cosa dire delle notifiche che si susseguono l’una dopo l’altra facendo squillare il cellulare in continuazione? Per risolvere il problema, puoi decidere di servirti della funzione “Silenzia il gruppo”.

Come cambiare l’amministratore dei gruppi
Forse non sai che l’amministratore del gruppo non deve per forza essere sempre lo stesso, ma che si può cambiare. Basta che l’attuale amministratore elimini tutti i componenti del gruppo tranne il nuovo amministratore, e che poi lo abbandoni. A questo punto, il nuovo amministratore può riaggiungere i membri.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Whatsapp: semplici trucchi per utilizzarlo al meglio