Meghan Markle smascherata dai documenti ufficiali. Ma il Palazzo corre ai ripari

Meghan Markle viene smentita sulle nozze segrete dal certificato di matrimoni. Ma il Palazzo le dà ragione e istituisce il responsabile per la diversità

Meghan Markle ha confessato a Oprah Winfrey di aver celebrato il matrimonio con Harry in gran segreto tre giorni prima del famoso Royal Wedding. Ma pare che documenti ufficiali smentiscano le sue parole. Ma di fatto sono molte le cose che non tornano tra le affermazioni della Markle e le smentite di Palazzo.

Durante l’intervista-scandalo Meghan ha confessato che l’arcivescovo di Canterbury Justin Welby ha sposato lei e Harry tre giorni prima in una cerimonia segreta. Ma il certificato ufficiale del loro matrimonio smentisce la rivelazione. Stando a quanto riporta il Daily Mail che ha indagato sulla questione, il General Register Office ha reso pubblico per la prima volta il certificato di matrimonio della coppia, dimostrando che si sono sposati il ​​19 maggio 2018, quindi durante la cerimonia nella cappella del Castello di Windsor, in mondo visione.

Il funzionario che ha redatto il documento ha affermato che Meghan “è confusa e malinformata sul matrimonio“. Stephen Borton, ex responsabile del Faculty Office, ha dichiarato al Sun che. “La licenza speciale che ho aiutato a redigere ha permesso loro di sposarsi nella St George’s Chapel a Windsor. In effetti ciò è accaduto il 19 maggio 2018 ed è stato visto da milioni di persone in tutto il mondo. Quello è il matrimonio riconosciuto dalla Chiesa e dalla legge”.

L’uomo ha proseguito: “Sospetto che quello che Harry e Meghan abbiano fatto è di essersi scambiati dei semplici voti, magari scritti da loro stessi. Probabilmente l’hanno fatto davanti all’arcivescovo di Canterbury, ma penso si trattasse semplicemente di una prova”.

Intanto, pare che William sia sempre più indispettito dal comportamento di Harry e di sua moglie, soprattutto nel modo in cui si sono rivolti alla Regina Elisabetta “insultandola” dopo che non ha concesso loro il titolo di Sue Altezze. Mentre infuria la bufera, Buckingham Palace  sembra correre ai ripari e ancora una volta la questione riguarda gli atteggiamenti razzisti all’interno della Corte, denunciati dalla Markle.

Come è noto, la Regina ha aperto un’indagine interna che ha portato alla introduzione di un responsabile per la diversità che si occupi di tematiche sensibili, come i diritti degli omosessuali e la disabilità. La suddetta figura ha l’incarico di compiere indagini con aziende esterne per trovare il metodo migliore con cui affrontare certe questioni svecchiando procedure e atteggiamenti di Palazzo.

Una fonte interna a Buckingham Palace ha riferito al Daily Mail gli sforzi di Sua Maestà per correggere qualsiasi distorsione a riguardo: “Abbiamo le politiche, le procedure e i programmi in corso, ma non abbiamo visto i progressi che vorremmo e accettiamo che sia necessario fare di più. Possiamo sempre migliorare. Non abbiamo paura di cercare nuovi modi per affrontarlo. Il lavoro per farlo è in corso da tempo e arriva con il pieno sostegno della Famiglia Reale”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle smascherata dai documenti ufficiali. Ma il Palazzo corre...