Meghan Markle, il vero motivo che le impedisce di tornare a Londra

Meghan Markle non vuole allontanarsi da Archie, per questo si è rifiutata di tornare in Inghilterra. Ma la giustificazione per molti non regge

Meghan Markle non tornerà a Londra con Harry questa primavera. Il suo rifiuto di rimettere piedi nel Regno Unito ha scatenato rumors di ogni genere, ma la verità sembra di tutt’altro genere. La decisione di Meghan di non partecipare nemmeno al prossimo Trooping the Colour ha suscitato riprovazioni da più parti e diffuso voci sulle tensioni ancora vive e brucianti tra lei e la Famiglia Reale, al punto da impedire alla Regina di incontrare il nipotino Archie che non vede da quasi due anni, ossia dal momento della sua nascita.

Sembra però che il motivo di tale rifiuto sia da ricercare altrove e non nelle incomprensioni tra lei e il Palazzo. A far emergere una verità diversa è niente meno che Omid Scobie, l’autore della biografia su Harry e Meghan, Finding Freedom, da sempre difensore dei Sussex.

Puoi comprare la tua copia di Finding Freedom su Amazon, cliccando qui.

Il commentatore reale ha infatti dichiarato: “Meghan Markle non tornerà nel Regno Unito quest’estate perché non vuole allontanarsi da Archie” (tra l’altro proprio nei giorni scorsi è emersa una nuova polemica tra Meg e il Palazzo sul certificato di nascita del Royal Baby). E parlando a Ok! magazine ha proseguito: “Meghan non vuole allontanarsi da Archie, ma sarebbe troppo complicato organizzare un viaggio con un bambino così piccolo con tutte le restrizioni”. Indubbiamente la pandemia è un grave ostacolo agli spostamenti e sicuramente non è facile viaggiare con un bimbo di due anni, così come è comprensibile che una mamma voglia proteggere il proprio figlio ed evitare di esporlo a possibili pericoli.

D’altro canto, ci sono diverse precauzioni che la moglie di Harry potrebbe prendere. La coppia potrebbe viaggiare con un jet privato, come più volte ha fatto in passato per trascorrere weekend romantici. Meghan sarebbe comunque aiutata dalla sua tata o eventualmente potrebbe contare su sua madre, Doria Ragland, che ha continuato a frequentare in questi mesi. La stessa Regina a 94 anni deve essere cauta nei contatti con gli altri ed è da mesi in isolamento, dunque l’incontro con Archie potrebbe avvenire in tutta sicurezza.

E poi Lady Markle potrebbe vivere isolata a Frogmore Cottage con suo figlio, senza partecipare a eventi pubblici, come il compleanno della Regina o l’inaugurazione della statua di Diana, lasciando che in questi casi Harry li rappresenti entrambi. In ogni caso, la sua presenza sul suolo inglese sarebbe un segno di distensione e riconciliazione verso la Monarchia.

Scobie però giustifica così la scelta di Meghan: “Sono sicuro che Meghan invierà alla Regina dei bellissimi fiori per il suo compleanno e chiederà anche ad Archie di aiutarla col biglietto”.

Le dichiarazioni dell’esperto arrivano subito dopo i commenti decisamente avversi nei confronti della Markle rilasciati da Nigel Cawthrone, autore del libro Prince Andrew, a Femail, che ha definito la decisione di Meghan di restare negli Usa “un affronto“, gettando “un’ombra oscura” sulle celebrazioni di Palazzo per la prossima primavera.

Ha poi proseguito: “Se Meghan decidesse di non partecipare senza motivo, sarebbe davvero un affronto per i suoi suoceri reali e segnerebbe il punto più basso nei rapporti tra la Famiglia Reale e la Sussex”. Proprio ora che Harry invece avrebbe bisogno di riallacciare i legami con il Palazzo e sua nonna Elisabetta che intende togliergli i titoli militari cui tiene moltissimo.

In ogni caso, qualsiasi sia la decisione finale di Meghan sarà un grattacapo per i funzionari reali: la sua assenza segnerebbe la rottura definitiva con la Monarchia, la sua presenza causerebbe non pochi problemi mediatici che lo staff di Buckingham Palace dovrebbe risolvere.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle, il vero motivo che le impedisce di tornare a Londra