Meghan Markle e Harry, perché l’intervista ci ha deluse

L'intervista di Meghan Markle e Harry sfrutta i meccanismi da reality show facendo guadagnare milioni alla CBS con le accuse alla Famiglia Reale

Finalmente l’intervista di Harry e Meghan Markle a Oprah Winfrey è andata in onda negli Usa e come previsto in due ore i Sussex non hanno risparmiato colpi bassi alla Famiglia Reale. L’unica notizia positiva in questa “chiacchierata” di 120 minuti è che aspettano una femminuccia.

In Italia l’intervista è trasmessa in esclusiva su TV8 martedì 9 marzo alle ore 21.30 (in replica, mercoledì 10 marzo, dopo la puntata di Italia’s Got Talent).

Per molti aspetti questa intervista ci ha deluso, non tanto e non solo per le bassezze che Harry e Meghan hanno tirato fuori dal cilindro come prestigiatori ben allenati, se le hanno subite, andavano senz’altro denunciate, ma il modo in cui hanno scelto di farlo, sfruttando meccanismi da reality show, la non troppo velata critica alla Regina Elisabetta, le recriminazioni invidiose e il clamore pubblicitario in attesa della messa in onda con tanto di accuse pesanti, legali sguinzagliati, inchieste private, hanno spettacolarizzato problemi che a dire dei Sussex stessi erano molto seri al punto da spingere Meghan all’idea del suicidio.

La macchina del fango che vale milioni

Per l’intervista a Oprah Winfrey, Harry e Meghan Markle hanno ricevuto 7 milioni di dollari, circa 5,8 milioni di euro, dalla CBS. Lady Markle ha subito precisato che questa cifra è stata devoluta in beneficenza, dunque la coppia non ha guadagnato nulla in termini di denaro, ma indubbiamente in fatto di notorietà moltissimo. Intanto, secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, i diritti dell’intervista ammontano tra i 7 e i 9 milioni di dollari (tra 5,8 e 7,5 milioni di euro circa), anche se l’emittente non ha confermato la notizia. Mentre gli spot pubblicitari di 30 secondi inseriti nelle due ore di trasmissione sono stati pagati 325mila dollari l’uno. Una macchina del fango che ha messo in circolo un bel po’ di denaro. La saggezza popolare recita: “I panni sporchi si lavano in casa propria”, ma qui non solo sono state rese pubbliche le peggiori bassezze, senza per altro trovare alcuna soluzione tra le parti in causa, ma sembra ci sia la volontà di sfruttarle fino in fondo dal punto di vista economico.

I capricci di Harry

A proposito di soldi, Harry si è lamentato che dopo aver lasciato la Famiglia Reale, suo padre Carlo gli ha tagliato il sussidio e non gli rispondeva al telefono. Ora, perché il Principe del Galles avrebbe dovuto mantenere un figlio che ha deciso di lasciare l’azienda di famiglia (gli inglesi chiamano la Corte non a caso The Firm)? Chiunque si licenzi, non percepisce più il salario. Poi sul fatto che Harry si sia sentito abbandonato dal padre, questo è un altro discorso. Ma evidentemente Carlo era risentito con lui per il modo in cui ha deciso di lasciare la Monarchia. La Megxit fu annunciata da Harry e Meghan con un post su Instagram, come farebbe una qualsiasi celeb più o meno famosa per annunciare la fine di un rapporto di lavoro.

Harry ha poi dichiarato di essersi reso conto di essere  “intrappolato senza saperlo nel sistema, come il resto della mia famiglia, mio padre, mio fratello”. Dopo oltre 35 anni passati a Palazzo e dopo l’esperienza di sua madre Diana, incastrata in un matrimonio infelice, aveva davvero bisogno di Meghan per capire che chi appartiene a una Famiglia Reale ha degli obblighi che vengono prima di qualsiasi interesse personale?

Le falsità di Kate Middleton mai denunciate prima

Nell’intervista Meghan racconta come sono andate davvero le cose tra lei e Kate Middleton con la quale non è mai andata d’accordo. Lady Markle spiega che tra lei e la cognata è successo esattamente il contrario di quanto riportato dai media. La stampa inglese riportò che la moglie di Harry fece piangere la Middleton per il vestito che Charlotte avrebbe dovuto indossare alle nozze degli zii. In realtà, racconta Meg a Oprah, fu Kate a farla piangere, tanto che dopo si scusò e le inviò un mazzo di fiori, ma poi né la Duchessa di Cambridge né il Palazzo intervennero a smentire la falsa storia riportata dai giornali. Ma perché aspettare che si muovesse Buckingham Palace? Perché non emettere un comunicato ufficiale da parte dei Duchi del Sussex come smentita? E se le impedirono di farlo mentre ancora era un membro attivo della Corte, perché non denunciare appena lasciata la Famiglia Reale? Perché non inserirlo nella famosa biografia, Finding Freedom?

Elisabetta, la vera vincitrice

Indirettamente accusata dai nipoti di aver approvato quanto hanno subito, la Regina Elisabetta si è presentata davanti alle telecamere, mentre suo marito Filippo è ricoverato in ospedale, per il Commonwealth Day. Sua Maestà ha parlato di dovere e unità e nemmeno un cenno alla discutibile vicenda di Harry e Meghan.

Nessuno nega che Meghan Markle, come lei stessa ha dichiarato, ha avuto un trattamento diverso dai Windsor e nessuno sottovaluta il dramma di trovarsi calunniata senza potersi difendere, ma la decisione di rivelare quanto subito servendosi degli stessi strumenti e modalità mediatiche contro cui lei e Harry puntano il dito, rischiano di farla passare dalla parte del torno e restituire di lei un’immagine poco “principesca”.

 

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle e Harry, perché l’intervista ci ha deluse