Meghan Markle: chi è Jason Knauf, l’uomo che potrebbe rovinarla

È l'uomo che potrebbe ribaltare la sentenza di primo grado della Duchessa contro il DailyMail e il Mail On Sunday: perché Jason Knauf potrebbe rovinarla

Meghan Markle è di nuovo nell’occhio del ciclone e questa volta potrebbe non uscirne bene. Il motivo? La testimonianza dell’ex addetto stampa dei Duchi di Sussex, chiamato a raccontare la sua esperienza nella nuova udienza del processo d’appello tra la moglie di Harry e i tabloid britannici DailyMail e Mail on Sunday.

Jason Kanuf, infatti, ha sbugiardato Meghan e quello che è emerso dalla sua deposizione è un ritratto di certo non lusinghiero dell’ex attrice ai tempi in cui viveva a Londra e faceva parte della Famiglia Reale.

Il suo racconto potrebbe ribaltare la sentenza di primo grado che dava ragione a Meghan e condannava le due riviste. Quel che è certo, però, è che intacca la reputazione della Duchessa confermando le voci che la dipingevano come una persona prepotente, ipocrita e bugiarda.

Chi è Jason Knauf

Texano nato a Huntsville nel 1984, Jason Knauf entra nello staff di Buckingham Palace nel 2015, dopo aver frequentato la London School of Economics e aver frequentato l’ambiente finanziario. Nel 2018 viene scelto per curare la comunicazione delle giovani coppie di Reali, William e Kate e Harry e Meghan.

È lui che coordina la squadra che si interfaccia con i media, sia italiani che internazionali, che ha l’ultima parola sui discorsi pubblici che i Duchi pronunceranno e sulle foto da diffondere. Ed è sempre lui la persona con cui Meghan e Harry si sono interfacciati per correggere la famosa lettera che l’ex attrice aveva mandato al padre, quella diffusa dai tabloid e al centro del processo.

Nel 2019, poi, diventa Senior Advisor solo dei Duchi di Cambridge e sette mesi dopo, a settembre dello stesso anno, viene promosso amministratore delegato della Royal Foundation of The Duke and Duchess of Cambridge, dalla quale però lo scorso maggio ha rassegnato le dimissioni per seguire il marito, trasferito altrove.

Cosa ha detto Jason Kanuf in tribunale

La testimonianza bomba di Knauf in tribunale ha già pesantemente intaccato la reputazione di Meghan, confermando – di fatto – le voci che già giravano da tempo sulla vera indole della Duchessa.

L’ex addetto alla comunicazione ha infatti confessato che Meghan “sapeva benissimo che la lettera a suo padre sarebbe stata divulgata, anzi la scrisse proprio perché lo fosse” e che per “la stesura della sua biografia Finding Freedom aveva avuto contatti con gli autori, contrariamente a quanto affermato“. Inoltre ha ammesso che “tre colleghe dello staff erano state costrette a lasciare il lavoro dalla Duchessa e la sua segretaria personale Samantha Cohen viveva sotto una pressione costante”. Come mai ha deciso di parlare solo adesso? Perché fino a questo momento “gli era stato impedito”.

Jason Knauf in tribunale è apparso sereno e, secondo quanto fanno sapere dall’Associated Newspapers Limited, editore dei due tabloid sotto processo, sarebbe stato “misurato nei toni e attento a non riferire nulla che fosse al di là della sua personale conoscenza”, producendo anche prove concrete di quanto asserito.

Knauf ha infatti mostrato una mail ufficiale, risalente al 2018, in cui riportava gli atteggiamenti ritenuti scorretti da parte di Meghan nei confronti dello staff, esprimendo preoccupazione e definendo quanto stava accadendo “totalmente inaccettabile”.

Jason Knauf

Jason Knauf

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle: chi è Jason Knauf, l’uomo che potrebbe rovinarla