Meghan Markle accusata di spergiuro: una lotta senza fine

Meghan Markle è stata ribattezzata come la "Principessa Pinocchio": l'accusa di spergiuro potrebbe costarle tantissimo

Il Daily Mail è stato più duro che mai nei confronti di Meghan Markle, Duchessa di Sussex. Una delle principali penne del Daily Mail l’ha già definita “Principessa Pinocchio“. Meghan e Harry avevano intentato un processo contro il Daily Mail: in prima battuta, è stato vinto. Tuttavia, stanno emergendo dei fatti molto poco chiari e che pongono la Markle in una situazione a dir poco scomoda.

Meghan Markle, l’accusa di spergiuro: sapeva tutto

Meghan e Harry avevano deciso di portare in tribunale il Daily Mail per aver violato la privacy, pubblicando la lettera che la Duchessa aveva scritto al padre poco prima del Royal Wedding. A fare maggiore chiarezza sulla questione è stato il Corriere della Sera: Piers Morgan, che è uno dei giornalisti più polemici in Inghilterra, ha sempre ritenuto Meghan come la Principessa Pinocchio.

Il Daily Mail, naturalmente, non si è tirato indietro: nel processo di appello, stanno emergendo alcuni dettagli che non possono essere trascurati. Le “bugie” della Duchessa potrebbero costare molto care a lei e a Harry, soprattutto perché potrebbero essere richiamati in tribunale. Tra l’altro, Meghan stessa ha dovuto ammettere di aver “sviato” la giustizia, ma che non lo ha fatto in modo intenzionale.

La decisione di Harry e Meghan di andare contro il Daily Mail non era stata accolta in modo positivo ai tempi: a parte la libertà di stampa, che rimane sacrosanta, non è facile andarsi a scontrare contro uno dei giornali più importanti in Inghilterra. Quello che però ha colpito davvero sono state le menzogne della Duchessa, che si è ritrovata a ritrattare tutto. Ma cos’è successo? E che cosa rischia?

Meghan, una strategia intenzionale

La violazione della privacy ai danni della Duchessa di Sussex non sarebbe mai avvenuta. Perché Meghan sapeva benissimo che la lettera indirizzata al padre, Thomas Markle, sarebbe stata pubblicata dai giornali. Le sue parole non sono state scelte a caso: tutt’altro. Ha voluto intenzionalmente “toccare le corde del cuore” per permettere al popolo britannico di simpatizzare per lei.

Un altro dettaglio da non sottovalutare è che ha dato lei stessa delle istruzioni alla stampa, oltre che agli autori del volume Finding Freedom, la famosa biografia non autorizzata sulla coppia reale più chiacchierata degli ultimi anni. Più volte ha ammesso di non aver collaborato alla stesura del libro. Invece, è saltato fuori che non solo lo ha fatto, ma che ha addirittura condito il capitolo della famosa Megxit.

Il processo sulla privacy verrà riaperto? Il Corriere della Sera non lo ha escluso. Dopotutto, il giudice di primo grado non aveva emesso una sentenza precisa, ma piuttosto sommaria e non si era neppure giunti al dibattimento. Ovviamente, qualora fosse davvero riaperto, si prospetterebbero degli scenari abbastanza preoccupanti: Meghan e Harry sarebbero chiamati a testimoniare. Non solo, però. Meghan potrebbe essere incriminata per spergiuro. Una situazione che getterebbe nel caos la Famiglia Reale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle accusata di spergiuro: una lotta senza fine