Fabio Curto vince The Voice, la reazione del suo paese

La finale di The Voice ha proclamato vincitore Fabio Curto, del Team Fach. Ecco come hanno reagito ad Acri, il suo paese

Nato ad Acri, un paese nell’entroterra calabro sul quale dominano alte colline verdi e piene di vita che sfociano sull’altopiano della Sila, Fabio Curto è il vincitore della terza edizione di The Voice of Italy con il 72% dei voti, sotto la tutela dei coach Roby e Francesco Facchinetti, ossia il Team Fach. La nostra inviata Wilma Faissol Facchinetti lo ha intervistato per noi…

GUARDA LE IMMAGINI DELLA FINALE

 

La prossimità del mare e della montagna, nonché i rapidissimi cambi di paesaggio, che caratterizzano l’enorme territorio Acrese, lo hanno sin da bambino abituato alla flessibilità dei sentimenti, all’imprevedibilità e al suo fascino. “I suoi boschi hanno sempre significato mistero per me, fitti e talvolta impenetrabili; spendevo ore da bambino, lì seduto a osservarli. Dal loro silenzio sentivo emergere vecchi passaggi di muli carichi di farina e contadini che si dirigevano verso la Sila greca a raccogliere patate.”

A 5 anni ha avuto il suo primo contatto con la musica, con pianoforte e armonica a bocca, ma la sete di conoscenza musicale era implacabile e la tendenza a comporre talmente forte che imparò a suonare la chitarra e contemporaneamente basso e batteria per poi passare ad altri strumenti. “Avevo l’impressione di capire i meccanismi che stavano dietro a una melodia che mi rapiva, perciò ne facevo mio il linguaggio e lo riutilizzavo per creare cose che mi davano emozione.

Dopo aver accartocciato una laurea in Scienze Politiche a Bologna ha deciso di intraprendere il percorso musicale in maniera seria e determinata, ma non era semplice partire da zero. Si è guadagnato da vivere come artista di strada con grandi difficoltà, grandi sforzi che sono sfociati in grandi soddisfazioni ossia nei suoi primi lavori maturi. “Stelle rospi e farfalloni” è del 2012 e “La Van Guardia” inciso nello stesso anno con la band che porta il nome dello stesso album, con cui si è esibito in tutta Europa facendo busking . “Ho imparato tantissimo… la strada mi ha forgiato in una maniera tale che ad oggi, dal profondo del mio cuore, quando penso alla musica mi vengono in mente parole come semplicità, bellezza, condivisione e amore infinito….”

Durante The Voice of Italy, tutta Acri ha sostenuto Fabio Curto col cuore e con l’anima. I suoi fan si sono riuniti in un anfiteatro a guardare la puntata e dopo la vittoria sono scesi in strada a festeggiare come in una finale dei Mondiali di calcio. “The Voice é stato un viaggio incredibile… ho potuto dare tanto ricevendo tanto… Sono sempre più convinto che ci sia stato qualcosa di magico nell’incontro con Roby e Francesco… sin dall’inizio, un incontro perfetto tra umanità e arte. É stato come lavorare a casa a tratti, ma con un team d’eccellenza. Questo mi ha spiazzato completamente perché era ció che desidero fortemente, ma che non avrei mai pensato di trovare in un talent televisivo. Mi sento tanto fortunato per quello che mi é successo e porto a casa un arricchimento speciale, artistico e personale. Grazie al team Fach per aver creduto in me… grazie alla mia terra e ai miei conterranei per il calore meraviglioso e grazie a tutti i passanti che mi hanno riconosciuto in tv… e che mi hanno premiato con questa vittoria che sarà l’inizio di un nuovo percorso”.

Fabio Curto vince The Voice, la reazione del suo paese