Venustrafobia, la paura delle belle donne

La paura delle belle donne è ampiamente diffusa non solo tra gli adolescenti, ma persino tra alcuni uomini. Ecco tutte le informazioni su questo disturbo

La paura delle belle donne è definita venustrafobia ed è un disturbo psichico molto persistente. Dai medici è considerata una fobia, tra le più resistenti che ci si siano. A tratti presenta dei segni anomali rispetto ad altri disturbi psicologici di questo genere. Molto spesso si presenta nei “piccoli” uomini, come adolescenti o ragazzi, che si sentono a disagio vicino a una donna bella o sensuale, ma può manifestarsi anche negli uomini di una certa età. Nel campo scientifico la paura delle belle donne è anche conosciuta come caliginefobia. I sintomi di questo disturbo sono simili a quelli degli altri: brividi lungo la pelle localizzati nella zona della schiena, aumento dei battiti cardiaci e tremore.

Più raramente è possibile che la paura delle belle donne causi sudorazione spontanea delle mani e balbuzie. Lo stimolo è sempre rappresentato dalla comparsa di una rappresentante del sesso opposto, generalmente considerata “bella” dall’individuo sotto l’influenza del disturbo psicologico. Nonostante l’etimologia della fobia sia ancora sconosciuta al campo scientifico, molti psicologi concordano nel trovare la causa nel carattere e nell’inclinazione psicologica degli uomini, sviluppatasi dopo un’esperienza negativa.

Una di quelle in cui coloro che soffrono di questo disturbo sono stati respinti, ridicolizzati o umiliati da una bella donna. Come risposta incosciente il maschio che soffre di venustrafobia tenderà a evitare le belle donne e prediligerà una compagnia prettamente maschile, oppure una mista, in cui però ci saranno solo donne considerate essere poco belle. Come mostrano alcuni studi, coloro che soffrono di venustrafobia spesso soffrono anche di altri disturbi, come la solitudine e paura di amare .

La paura delle belle donne fu scoperta a Santiago di Cile , dove un uomo dinnanzi alle telecamere confessò di soffrire di tachicardia quando gli si avvicina una donna di bell’aspetto. Dalle ricerche svolte dai medici è emerso, che molti uomini soffrono di un disturbo psichico simile quando devono invitare una ragazza a uscire, per paura di essere respinti o ridicolizzati. La causa sembrerebbe la stessa anche nel caso della venustrafobia: il maschio percepisce una femmina che gli sia avvicina come troppo bella, e quindi inconquistabile. Ne nasce la paura di essere ridicolizzato vicino a lei, oppure di sembrare troppo piccolo nei suoi confronti. Come risposta viene aumentata l’ossigenazione polmonare, il cuore accelera i battiti e inizia un lieve tremore delle mani.

Venustrafobia, la paura delle belle donne