Un mojito alla pancetta: perché no? A Londra spopolano i meat cocktail

Curiosi delle nuove tendenze londinesi in fatto di long drink e shakerati? Ecco alcuni locali londinesi in cui assaggiarli

Avreste mai immaginato di trovare la carne tra gli ingredienti di un cocktail? Le nuove tendenze londinesi sono agli antipodi della moda dei centrifugati e, se gli italiani si lasceranno ammaliare, a breve anche noi potremmo ordinare un meat cocktail. Cos’è? Semplicemente, la bevanda alcolica più servita al mondo, rivisitata al gusto di carne.

Attualmente, bisogna volare fino a Londra e inserire nel proprio itinerario una tappa nei locali che offrono i meat cocktail. Il primo potrebbe essere il London Cocktail Bar, per assaggiare un Bacon & Egg Martini, a base di Jack Daniel’s macerato con pancetta affumicata e sciroppo d’acero, presentato con pancetta glassata e una caramella gommosa a forma di uovo.

Pazzi per il Bloody Mary? Il beverone a base di succo di pomodoro è stato ‘rinforzato’ dal Powder Keg Diplomacy di Battersea, dove i baristi usano la tecnica del “lavaggio con grasso”, sciogliendo dello strutto nella vodka, da rimuovere qualche ora dopo quando sarà solidificato ottendendo una base alcolica insaporita alla carne. Per il Meaty Mary si usa la fesa di manzo, mentre nel Bloody Caesar si opta per il grasso di maiale affumicato cotto fino alla riduzione a liquido denso, da mescolare alla vodka. Vi si aggiunge il ‘clamato’ – succo ricostituito di concentrato di pomodoro e brodo di vongole – e lo si guarnisce con bacon croccante glassato.

Gli amanti dell’Old Fashioned troveranno la versione ‘meat’ al ristorante fusion SushiSamba, a Bishopsgate: anche qui si usa il ‘lavaggio con grasso’ per il Kobe Old Fashioned. Il whisky è ‘lavato’ con grasso di manzo di Kobe, pregiato taglio giapponese a cui si aggiungono sciroppo d’acero e caramello salato.

Non poteva mancare il Mojito. Al Meat Bar di Glasgow si serve con pancetta di maiale e una strisciolina di bacon croccante, sostituta delle foglie di menta per la decorazione. Anche il Margarita ha una versione ‘meat’: quello Rock, servito al Copa de Cava di Blackfriars, è composto da tequila, sherry, triple sec e lime e decorato con hamon serrano.

Infine, per i più coraggiosi, il ristorante Duck & Waffle’s serve un Manhattan in cui il Jack Daniel’s ‘lavato’ col foie gras è miscelato con vermouth, caramello salato e sciroppo d’acero.

Immagini: Depositphotos

Un mojito alla pancetta: perché no? A Londra spopolano i meat co...