Teo Teocoli, chi è: la biografia

Teo Teocoli è una delle star indiscusse della televisione italiana. Un artista poliedrico dai mille talenti. Scopriamo la sua storia

Teo Teocoli nasce a Taranto il 25 febbraio del 1945. Vive la sua infanzia nel quartiere di Sbarre, fino a quando, all’età di 5 anni, segue i genitori, costretti a trasferirsi a Milano. Da ragazzo sogna di diventare un cantante rock’n’roll, e si unisce a diversi gruppi, fino a quando, nel 1967, incontra Adriano Celentano, e forma i “Teo e le vittime”, con cui riesce a incidere alcuni suoi pezzi. Con la collaborazione di alcuni artisti tra cui Adriano Celentano, incide “Le vitamine”, una delle poche canzoni che ha avuto successo.

Nel 1969 inizia ad avvicinarsi al mondo della recitazione, partecipando al musical “Hair”, con Renato Zero, Loredana Berté e Ronnie Jones. E’ in questo modo che l’artista scopre la sua vera vocazione e passione: essere un comico. Inizia a lavorare nei cabaret milanesi, insieme ad altri comici come Massimo Boldi e Renato Pozzetto, e partecipa al film “Paolo e Francesca”. Esordisce anche in televisione, nel 1973, nel “Il poeta e il contadino” con Cochi e Renato. La fama vera e propria arriva con Massimo Boldi nel programma “Non lo sapessi ma lo so” del 1982. Partecipa anche a “Drive In” e a “Una rotonda sul mare” e, nel 1989, nasce uno dei suoi primi personaggi, Peo Pericoli, un tifoso sfegatato del Milan (squadra tifata da Teo Teocoli). In quegli anni nascono anche le sue tre figlie avute dalla moglie Elena Fachini.

Negli anni ’90 Teo Teocoli vive l’apice del suo successo, partecipa con Gene Gnocchi a “Il gioco dei 9”, e recita nella sit-com “Vicini di casa”. L’anno successivo conduce “Striscia la Notizia” e “Scherzi a Parte”, e dal 1992 fino al 1995 presenta “Mai Dire Gol”. Nel 1997 passa in RAI e conduce un varietà, “Faccia Tosta”. Ma è a “Quelli che il calcio”, con Fabio Fazio, che Teo Teocoli crea le sue imitazioni più divertenti, come quella di Cesare Maldini e di Peppino Prisco. Nel 1999 conduce “Sanremo Notte” e partecipa al programma di Adriano Celentano “Francamente me ne infischio”. Nel 2000 infine conduce, con Fabio Fazio e Luciano Pavarotti, il “50º Festival di Sanremo”.

L’artista ormai compare in molti programmi, sia RAI che Mediaset, presenta due edizioni di “Scherzi a parte” con Massimo Boldi, conduce lo spettacolo “Il Teo – Sono tornato normale” con Alba Parietti, e con Roberta Capua lo show “Sei un mito!”; mentre in RAI partecipa a “Che tempo che fa”, a “Rockpolitik” e alla “Domenica Sportiva”. Nel 2008 ritenta la sua carriera di cantante presentando al Festival di Sanremo e continua la sua partecipazione in teatro con la tournée “Teo Teocoli show – Non ero previsto in palinsesto”. Nel 2014 partecipa al programma “Ballando con le stelle”, ma è costretto a ritirarsi per problemi fisici. Nel 2015 torna in tv con il programma “Teo in the box” e dal 10 marzo 2016 sarà di nuovo al cinema con un film di Fausto Brizzi, Forever Young.

Teo Teocoli, chi è: la biografia