Sylvester Stallone: vita, carriera, curiosità

Sylvester Stallone è un'icona del cinema mondiale attraverso i suoi film più famosi ed amati, da Rocky a Rambo, che hanno segnato la storia delle saghe

Sylvester Stallone, nato il 6 luglio 1946 a New York, è principalmente conosciuto per l’interpretazione di personaggi che riescono a prendersi una rivincita nella vita solo attraverso la propria forza di volontà. La famiglia ha origini italiane, in provincia di Bari, grazie al padre barbiere. La madre, astrologa statunitense, originaria di Odessa. Nasce con una lieve paresi facciale, inoltre in adolescenza soffre di rachitismo, il quale gli causa problemi fisici non banali. Dopo la separazione dei genitori, trascorre un periodo con suo padre, molto severo, dopo di ché, verso i 15 anni, si trasferisce in Florida con sua madre. Ottiene il diploma e, grazie ad una borsa di studio nello sport, si reca in un college svizzero, dove scopre il teatro. E’ lo sport il motore che lo aiuta ad affrontare i suoi problemi fisici. Si inscrive all’università della Florida in arte drammatica, mantenendosi attraverso vari e piccoli lavori.

Abbandona gli studi e si reca a New York dove ha inizio la sua strepitosa carriera nel cinema. Dopo una prima apparizione nel porno soft, Italian Stallion, nel 1970, ottiene la sua prima parte recitando in Rebel, Fuga Senza Scampo. Compare in altre pellicole famose, come Il Padrino e Il dittatore dello Stato Libero di Bananas ma senza avere grandi successi. La svolta si ha con Rocky, nel 1976, scritto da lui stesso accanto alla moglie Sasha Czack, con la quale ha due figli, Sage e Seargeoh. Attraverso Rocky il successo è immediato e Sylvester Stallone diventa uno degli attori più famosi del cinema internazionale. Interpreta tutti i sequel e altri ruoli in I falchi della Notte e in Fuga per la vittoria. Nel 1982 arriva un altro film di grande successo, Rambo. La sua figura di attore ormai è legata principalmente ai due personaggi che lo hanno portato al successo, così decide di tornare alle origini con Cop Land.

Lavora anche come regista in Staying Alive e Driven. Dopo undici anni di matrimonio divorzia dalla moglie e sposa l’attrice Brigitte Nielsen, con la quale divorzia dopo due anni. La sua carriera attraversa momenti alti e bassi, tra polizieschi e sequel di Rocky o Rambo. Nel 2012, suo figlio Sage, viene trovato morto per cause naturali. Sylvester Stallone è molto provato dalla perdita e in una intervista per una rivista inglese afferma che i suoi dipinti sono una forma terapeutica per affrontare il dolore e la tristezza a cui la vita lo ha sottoposto. Nel 2015 ha scritto e diretto il sequel di Rambo dal nome Creed , Nato per combattere, con il quale ha ricevuto un Golden Globe come miglior attore non protagonista.

Sylvester Stallone: vita, carriera, curiosità