Sarandon: “Woody Allen abusò di una bambina”

Susan Sarandon a Cannes critica duramente Woody Allen: "Abusò di sua figlia adottiva. Non credo che questo sia giusto e non ho nulla di buono da dire sul suo conto"

Susan Sarandon torna con Geena Davis a Cannes. Le mitiche Thelma e Louise riunite sul red carpet e in occasione dell’evento Women in Motion organizzato dalla rivista Variety, dove sono state premiate per il loro impegno a sostegno delle donne nel cinema, in occasione dei 25 anni di Thelma e Louise

L’attrice 69enne intervistata durante la consegna del premio ha parlato duramente nei confronti di Woody Allen, presente al festival con il suo nuovo film, Café Society.

Susan Sarandon ha detto, facendo riferimento alle accuse rilanciate dalla figlia adottiva Dylan Farrow, che nel 2014 aveva raccontato con una lettera aperta al New York Times di aver subito molestie sessuali da parte del regista americano quando aveva sette anni

Penso che abbia abusato sessualmente di una bambina e non credo che questo sia giusto

L’attrice ha poi aggiunto:

Non ho niente di buono da dire sul suo conto

Allen aveva già ricevuto delle aspre critiche da parte del figlio Ronan Farrow, che prima della proiezione del film, aveva accusato i media di evitare al regista domande scomode, sorvolando sulla vicenda.

Per molti attori che si sono schierati a sostegno delle accuse della Sarandon, ce ne sono altrettanti pronti a prendere le difese del regista. La prima a scagliarsi contro l’attrice statunitense è stata Blake Lively (attrice nell’ultimo film di Allen) che ha difeso Woody a spada tratta; ma anche Diane Keaton che ha subito fatto sapere “Credo nel mio amico” e Wallace Shawn che ha detto “Per convincermi che abbia davvero abusato di una bambina ci vorrebbero delle prove schiaccianti”.

Sarandon: “Woody Allen abusò di una bambina”