Indovinate di chi sono queste gambe tatuate?

Simona Ventura, showgirl versatile e piena di vita, negli anni ha cambiato spesso look ma non ha mai perso la sua verve

La Simo che è una, nessuna e centomila la osserviamo su quello schermo piatto nelle vesti di conduttrice di Miss Italia. Dopo aver archiviato il ruolo da giurata di X-Factor, ci illudiamo che sia lì, la sintesi del suo successo. In un format esportato in ogni cultura televisiva, un prodotto ben confezionato che sappia esaurire nella medesima formula il suo successo trasversale, dal marketing ai social. Invece è una costruzione stratificata, in cui ciascun contributo fa la sua parte in maniera disciplinata, operosa.

Anche nella scelta di un’immagine che si rinnova, si cela il contributo alla causa. Lei, la Ventura nazionale, assunta al regno dei conduttori migliori del piccolo schermo, si è affidata a uno dei più prestigiosi per quanto riguarda le scelte in materia, proponendosi sempre diversa e così uguale a se stessa pur passando dalla televisione commerciale al servizio pubblico e, poi, da mamma Rai a Sky, con l’avvento del satellitare.

L’abbiamo ammirata con i capelli scuri, un trucco leggero quando poco più che ragazzina con la determinazione che la contraddistingue indossare il lungo per rappresentare il nostro Paese a Miss Mondo e intraprendere una carriera che stentava a decollare. Tra calcio e Domenica Sportiva, un esame da giornalista che le costò qualche sfottò, Simo è cresciuta trasformandosi in Super Simo.
Prime serate, programmi di successo e qualche flop (vedi Colpo di genio) che non ha interrotto l’ascesa della studentessa Isef che in materia di stile è cresciuta con il passare degli anni e l’importanza dei contratti. Inevitabile, direte voi. Dite bene. Il suo carré, molto curato, non è più quello degli esordi ma si è evoluto con le tendenze e con le più disparate combinazioni. Simo ha abbandonato quel castano ramato per schiarire la chioma fino a renderlo di un biondo sempre più chiaro e più caldo a seconda delle circostanze optando per meches, colpi di sole e shatush a seconda delle stagioni. Fino agli anni 2000 inoltrati, quando per cambiare il suo aspetto acquisì grinta e spregiudicatezza con quel rosso aggressivo che ha segnato anche il momento clou della sua carriera coincisa con la conduzione del Festival di Sanremo nel 2004. 
Dichiaratamente fedele un tempo a Dolce&Gabbana, la Ventura ha vestito Armani, Ferragamo, a seconda delle occasioni sfoderamente sempre outfit sportivi e grintosi, contribuendo a mantenere look androgini, estremamente moderni, con qualche distrazione in particolare durante le passate edizioni de L’Isola dei Famosi.
Oggi il suo shatush è un must, come i tailleur pantalone e gli abiti con trasparenze sofisticate. Certo, ogni tanto si concede qualche eccesso sugli accessori, ma fa parte del gioco bello della televisione anche il sapersi rinnovare. A ciascuno il suo personaggio, a ciascuno il suo ruolo.

 

Indovinate di chi sono queste gambe tatuate?