Piante da interno: quali sono quelle che richiedono poca luce

Non tutti hanno un giardino o un balcone per far crescere le proprie piante: ecco quali sono 5 piante da interno che richiedono poca luce

Anche chi abita in un appartamento senza balcone può permettersi di creare il proprio giardino: basta scegliere le piante che richiedono poca luce e possono crescere quindi anche in spazi interni. Le piante arredano, donano colore e carattere alla propria abitazione, per questo è importante sceglierle con cura, in modo da poter arricchire i propri spazi con un tocco di verde.

Piante da interno: quali scegliere

La prima pianta da interno da acquistare è la zamia: si tratta di una delle più longeve e resistenti. I suoi fiori sbocciano anche in assenza di luce diretta, necessita di molta acqua e non deve essere potata. Un’altra pianta molto resistente è il filodendro, conosciuto anche come pianta del buio. La sua crescita è inarrestabile e spesso viene utilizzata anche come rampicante. Deve essere posizionata lontano da fonti di calore e anche questa necessita di molta acqua. Le sue foglie arrivano ad essere molto grandi, lucide e con una buona consistenza, per questo è consigliabile di pulirle regolarmente con uno straccio umido, per evitare che si depositi la polvere.

Restando sempre in tema di rampicanti, anche l’hedera helix è una pianta perfetta per gli interni. Le sue foglie sono di colore verde scuro e cresce molto bene anche nei luoghi senza luce, ma deve essere rinvasata ogni 2-3 anni per permetterle di crescere nel modo idoneo. In natura può raggiungere anche i 30 metri di altezza e si può osservare soprattutto sui tronchi di altre piante. Questa pianta deve essere inoltre potata all’inizio della primavera, in modo da mantenere una forma voluminosa fin dalle radici ed evitare che i suoi rami si allunghino in modo eccessivo. Per chi ama invece le piante tropicali, la sanseveria può essere la soluzione perfetta: originaria delle Indie e dell’Africa, fa parte della famiglia delle agavacee. La sanseveria può crescere sia al sole, sia in zone d’ombra, l’unica accortezza da seguire è di non innaffiarla spesso perché teme l’acqua e i ristagni idrici. Infine, l’ultima pianta per interni da acquistare è la kenzia, originaria dell’Australia, ama il clima caldo, cresce bene anche in zone d’ombra e teme il vento. In estate può essere messa anche all’aperto, ma deve essere riparata in caso di intemperie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Piante da interno: quali sono quelle che richiedono poca luce