Paura per Meghan Markle e Harry: “Hanno rischiato di morire in volo”

Qualche tempo fa Meghan Markle e Harry avrebbero rischiato di perdere la vita durante un volo aereo

Paura per Meghan Markle e Harry che, nel corso di un volo da Nizza a Luton, città della Gran Bretagna, avrebbero rischiato di morire a causa di un drone. Il robot infatti sarebbe arrivato nella traiettoria del jet, rischiando di farlo precipitare. Solo la prontezza di riflessi del pilota avrebbe consentito di evitare la tragedia, salvando la vita ai duchi di Sussex.

I fatti risalgono allo scorso 26 agosto, ma sono stati svelati solo in queste ore grazie a una fonte che ha rivelato al Mirror i fatti. Harry e Meghan si trovavano a Nizza e dovevano raggiungere l’Inghilterra, per questo avevano deciso di servirsi di un jet Bombardier, noleggiato spesso dalla Royal Family (Kate Middleton e William compresi) per queste occasioni. Nel corso del volo però qualcosa sarebbe andato storto e, poco prima dell’atterraggio, un drone si sarebbe avvicinato all’aereo causando non pochi problemi.

“Come mai accaduto prima a un aereo con a bordo i reali inglesi – ha spiegato l’insider al Mirror -. Per un soffio non è andato a schiantarsi contro il loro jet […] Il pilota del GL6000S – ha raccontato – ha riferito che mentre erano quasi in arrivo a Luton all’improvviso ha visto un drone che si muoveva da ovest a est a circa 4000 piedi. Il drone sembrava avere una sorta di sorgente luminosa nella parte anteriore. Le sue dimensioni erano difficili da stimare con esattezza, ma era all’incirca di 50 cm per 50 cm ed è passato a meno di 10 piedi dal jet, per fortuna”.

L’ex pilota della British Airways, Terry Tozer, ha rivelato: “Il danno avrebbe potuto essere davvero grave. Se un drone colpisce il parabrezza, potrebbe uccidere o inabilitare almeno uno dei membri dell’equipaggio di condotta e pregiudicare volo e atterraggio. O peggio, sarebbe potuto andare a finire in un motore con un risultato simile a un bird strike, quando stormi di uccelli finiscono contro il parabrezza o inghiottiti dai motori e questo purtroppo al 70% dei casi accade al di sotto dei 200 piedi di quota, in fase di partenza o atterraggio dell’aereo, il che rende l’evento e le sue possibili conseguenze ancor più pericolose. Questi tipi di incidenti sono un grande problema e una costante preoccupazioni per tutti i piloti”.

Non è chiaro se con la coppia ci fosse anche Archie, il loro primogenito, di certo Meghan Markle e Harry non si sarebbero accorti di nulla e solo una volta atterrati avrebbero scoperto dal pilota il rischio corso.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963