Paolo Conte, cantante: biografia e curiosità

Paolo Conte è uno dei cantanti più famosi e prolifici del panorama musicale italiano. Tra pochi giorni compirà 80 anni, per cui ripercorriamo la sua vita professionale e privata

Paolo Conte è nato il 6 gennaio 1937 ad Asti da una famiglia benestante di legali. In tenera età apprende i rudimenti del pianoforte e inizia ad apprezzare la musica jazz, genere ascoltato e suonato dai suoi genitori. Inizialmente decide di seguire le orme di famiglia, per cui dopo il diploma si laurea in Giurisprudenza e inizia a lavorare presso lo studio legale del padre. Prosegue anche gli studi musicali, imparando a suonare nuovi strumenti. Entra a far parte di numerosi complessi jazz locali finchè, ad inizio anni Sessanta, non fonda una band tutta sua: la “Paul Conte Quartet”. In questo periodo inizia a scrivere le sue prime canzoni e si avvicina al mondo della musica “che conta” proprio come autore, componendo arrangiamenti e musiche per Adriano Celentano, Carla Boni, Vanna Brosio, Dalida, Patty Pravo, Caterina Caselli e Giuni Russo. Una sua canzone, “Santo Antonio Santo Francisco”, viene portata da Mungo Jerry e Piero Focaccia al Festival di Sanremo del 1971, ma non si classifica per la finale. Nel 1974 è sul punto di abbandonare la musica quando, spinto anche dal suo produttore, decide di cantare lui stesso le proprie canzoni, diventando così cantautore.

Questa è la definitiva svolta nella carriera musicale di Paolo Conte. Nello stesso anno esce il suo primo album, “Paolo Conte”. Nel 1976 l’artista viene invitato a partecipare alla terza edizione del Club Tenco, rassegna musicale che si tiene presso il Teatro Ariston di Sanremo, alla quale vengono invitati i più interessanti nomi della canzone d’autore. Il grande successo e il favore del pubblico arriva nel 1979 con l’album “Un gelato al limon”. Nel 1984 esce il disco che lo lancerà sullo scenario internazionale, “Paolo Conte”, terzo suo album così intitolato. Durante gli anni Ottanta e Novanta il cantautore pubblica ben undici album e porta avanti una serie di lunghe tournée in giro per il mondo: Canada, Germania, Olanda, Belgio, Inghilterra, Spagna, Grecia, Austria, Stati Uniti d’America e Francia. Nel 2003 riceve la Laurea honoris causa in Lettere Moderne dall’Università di Macerata e nel 2007 l’Università di Catanzaro gli conferisce la Laurea honoris causa in pittura. Infatti, Paolo Conte ha una conclamata competenza in quest’ultimo campo artistico e negli anni ha organizzato anche numerose mostre delle sue opere in Italia e all’estero.

L’ultimo lavoro dell’artista è il disco strumentale “Amazing game”, uscito nel 2016. In oltre cinquant’anni di carriera ha pubblicato ventidue album di inediti e svariate raccolte. Tra le sue canzoni più famose ricordiamo: La fisarmonica di Stradella, Bartali, Gli impermeabili, Novecento, La ragazza fisarmonica, Una giornata al mare, Onda su onda, La topolino amaranto, Sotto le stelle del jazz, Genova per noi, Alle prese con una verde milonga, Via con me, Sparring partner, Come mi vuoi?, Blue tangos, Diavolo rosso, Boogie, Ho ballato di tutto, La ricostruzione del Mocambo, Luna di marmellata, Chiamami adesso. Alla soglia degli ottant’anni Paolo Conte non è per nulla intenzionato a ritirarsi dalle scene, come da lui stesso ammesso dopo gli illustri ritiri di Ivano Fossati e Francesco Guccini. Oltre alla musica e alla pittura, il nome di Paolo Conte è legato anche a quello della settima arte, il cinema. Il cantautore ha infatti composto svariate colonne sonore per pellicole cinematografiche nazionali e internazionali: Tu mi turbi, Scherzo del destino in agguato dietro l’angolo come un brigante da strada, Aurelia, French Kiss, Mickey occhi blu.

Negli anni ha collezionato tantissimi premi: sei Targhe Tenco, un Premio Tenco alla carriera, un Premio Chiara, un Premio Librex Montale, un Riccio d’argento, un David di Donatello e un Nastro d’argento. Alcuni dei riconoscimenti più importanti a lui conferiti sono il titolo di Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana, ricevuto nel 1999 su iniziativa dell’allora Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, la medaglia d’oro ai benemeriti della cultura e dell’arte, il titolo di Chevalier dans l’Ordre des Arts et Lettres, ricevuto dal ministero della cultura francese, e la Grande médaille de Vermeil, massima onorificenza della città di Parigi. Il doppio disco live “Concerti” del 1985, primo album dal vivo del musicista, è stato inserito al settantesimo posto nella lista dei cento album italiani più belli di sempre, secondo la rivista musicale statunitense Rolling Stone. Nella vita privata è sposato da oltre trent’anni con Egle, conosciuta nel 1975. La coppia non ha avuto figli. Paolo Conte ha un fratello, Giorgio, anche’egli cantautore e compositore di successo. Ecco dunque chi è Paolo Conte, uno dei più innovativi e importanti cantautori italiani.

Paolo Conte, cantante: biografia e curiosità
Paolo Conte, cantante: biografia e curiosità