Olimpiadi Rio 2016 , speranze azzurre: Gabriele Detti

Gabriele Detti è una delle speranze del nuoto per i Giochi di Rio. La crescita vissuta nel 2016 lo mette di diritto fra i pretendenti a una medaglia olimpica.

Tra le speranze azzurre per Rio 2016 vi è Gabriele Detti, nuotatore livornese nato il 29 agosto 1994. Il palmares del ragazzo è già di alto spessore: qualificatosi per l’Olimpiade di Londra 2012, conclude la sua prova, i 1500 metri stile libero, al tredicesimo posto. Nello stesso anno si laurea campione italiano nella distanza dei 400 metri stile libero, mentre si classifica sesto nella medesima gara, agli europei di Debrecen.

Il 2013 comincia nei migliori dei modi e Gabriele Detti diventa vice campione italiano nei 400, 800e 1500 metri, alle spalle del grande amico e rivale Gregorio Paltrinieri. Tuttavia, nonostante le buone indicazioni cronometriche ottenute ai campionati italiani, ai mondiali di Barcellona il nuotatore non riesce a superare nessuna delle batterie a cui era iscritto. Ma è dall’anno successivo, il 2014, che comincia la crescita esponenziale dell’atleta. Durante il campionati assoluti italiani a Riccione, Detti conquista il titolo degli 800 metri stile libero, stabilendo anche il nuovo primato europeo e quindi italiano. Finalmente, agli europei di Berlino, vince le prime medaglie internazionali in vasca lunga, classificandosi terzo sia negli 800 metri che 1500 metri stile libero, e raccogliendo un ottimo quarto posto nei 400. 

Tuttavia nel 2015 Gabriele Detti è costretto a uno stop forzato causato da un’infezione alle vie urinarie. Salta quindi i campionati mondiali di Kazan, in modo da poter recuperare completamente le energie in vista dell’anno olimpico che comincerà proprio al termine della stagione estiva del 2015. Ricomincia a gareggiare, quindi, a fine anno, ottenendo due podi ai campionati europei di vasca corta in Israele e battendo il vecchio primato nazionale dei 400 metri stile libero di Emiliano Brembilla. 

Ma è il 2016 che consacrerà Gabriele Detti come uno dei possibili pretendenti a una medaglia alle olimpiadi. I risultati cronometrici ottenuti ai campionati nazionali sono molto incoraggianti, tanto che il campione ferma il tempo sui 200 metri stile libero a solo sei decimi dal primato stabilito da Massimiliano Rosolino. Nello stesso anno vince i campionati europei sui 400 metri stile libero ed arrivare secondo nei 1500, distanze alle quali parteciperà ai Giochi di Rio e che lo vedranno fra i possibili candidati per il podio.

Olimpiadi Rio 2016 , speranze azzurre: Gabriele Detti