Olimpiadi Rio 2016 , speranze azzurre: Filippo Magnini

Quali speranze per Filippo Magnini, bicampione del mondo nei 100 metri stile libero e capitano della spedizione azzurra, in vista di Rio 2016?

Filippo Magnini è il capitano degli azzurri alle olimpiadi di Rio 2016. Nato a Pesaro il 2 febbraio 1982, il nuotatore vanta una lunga carriera e un palmarès davvero ricco. Convocato per la prima volta in nazionale maggiore nel 2003, raggiunge l’anno successivo la sua prima olimpiade, durante la quale conquista la medaglia di bronzo con la staffetta 4×200 metri stile libero. Conclude invece al quinto posto la finale dei 100 metri stile libero e al quarto quello della staffetta veloce. L’anno successivo, il 2005, lo consacra ai vertici del nuoto mondiale: a Montreal il pesarese si presenta in ottime condizioni fisiche e centra la finale dei 100 metri stile libero. Passato nelle retrovie a metà gara, riesce nei 50 metri di ritorno a superare gli sfidanti, diventando il primo italiano a vincere un titolo mondiale in vasca lunga nei 100 metri stile libero e il quarto ad essere salito sul gradino più alto del podio dopo Lamberti, Boggiatto e Rosolino.

Il biennio successivo lo vede ancora fra i massimi esponenti del nuoto internazionale e ai mondiali del 2007 Filippo Magnini riesce a riconquistare la medaglia d’oro nei 100 metri stile libero insieme al canadese Brent Hayden. Diventa così il terzo nuotatore a riconfermarsi ai mondiali su questa distanza dopo Popov e Matt Biondi. Nel 2008 l’obiettivo sono le olimpiadi di Pechino: Magnini non si presenta però al massimo della forma e ottiene due quarti posti nelle staffette 4×100 e 4×200 stile libero. Decide allora di partecipare in estate all’Isola dei Famosi, per prendersi una pausa dal nuoto. Torna alle competizioni sul finire dell’anno ma ai mondiali di Roma 2009 non riesce a conquistare l’ingresso in finale, nonostante il nuovo primato italiano segnato.

Il 2011 è un anno fondamentale dal punto di vista sentimentale: Filippo Magnini si lascia con la storica fidanzata e comincia una relazione con la compagna di squadra Federica Pellegrini. La coppia si forma proprio durante i campionati mondiali di Shangai, durante i quali giunge quarto con la staffetta 4×100. Il grande ritorno sul podio mondiale si ha nel 2015 con la staffetta 4×100: le speranze di Magnini di conquistare una medaglia a Rio 2016 sono concentrate proprio su questa gara, nella quale i ‘bad boys’ azzurri dovranno difendere il bronzo di Kazan.

Olimpiadi Rio 2016 , speranze azzurre: Filippo Magnini