Nicola Bartoli: ritratto dei protagonisti di Ginnaste vite parallele 5 “Road to Rio 2016”

Nicola Bartoli: alla scoperta dei personaggi più noti della trasmissione di MTV dedicata ai numerosi atleti pronti a sfidarsi per le prossime Olimpiadi

Nicola Bartoli, è ormai una vera e propria star del famoso speciale di MTV. A spiccare è innanzitutto la sua personalità e la cura per il look. Noto per i suoi numerosi tatuaggi lungo le braccia, la tenacia e l’orgoglio sono le prime caratteristiche che distinguono la personalità di Nicola Bartoli all’interno del programma Ginnaste vite parallele. Grazie a queste doti, infatti, il giovane dimostra molta determinazione sia durante gli allenamenti che durante le sfide.

Nicola ha 20 anni ed è originario di Cagliari, ma alla sola età di 13 anni si è trasferito a Milano. E’ proprio qui che il giovane atleta decide di inseguire la sua aspirazione di partecipare alle Olimpiadi Rio2016. Precedentemente a tali ambizioni, Nicola da piccolo era amante del calcio e praticava questo sport. Ma ad un certo punto il giovane, guardandosi intorno, si rese conto che questo sport era troppo comune per le sue aspirazioni e dunque iniziò a non sentirsi più soddisfatto in questa attività sportiva. Così Nicola decise di distinguersi e smise di praticare il calcio, prediligendo la strada della ginnastica.

Una volta intrapreso questo cammino, Nicola esprime tutta la sua passione per gli allenamenti a corpo libero, poiché afferma che non può fare a meno della piacevole sensazione di adrenalina durante i salti, la quale viene definita dall’atleta “impagabile”. Il suo attrezzo preferito sono gli anelli, nonostante la sua struttura fisica non sia molto adatta a questo tipo di strumento. Nicola spiega che se non avesse intrapreso la strada della ginnastica, avrebbe probabilmente deciso di fare il pescatore al porto di Cagliari. Ma non passa inosservata anche la sua passione per i tattoo. Basta poco infatti per notare la presenza di numerosi tatuaggi su entrambe le braccia.

L’atleta afferma che appena lo scorso anno ha finito di tatuare tutto il braccio sinistro ed ha aggiunto qualche altro disegno sul braccio destro, ma allo stesso tempo spiega ironicamente che preferisce evitare di tatuare la schiena per paura che sua madre non lo faccia più entrare in casa. Le qualità che Nicola ama di sé sono proprio la tenacia, la determinazione e la testardaggine. Ma afferma anche che, a seconda delle situazioni, cerca sempre di curare la sua immagine al meglio. Inoltre, il piccolo segreto di questo giovane atleta pronto per le Olimpiadi è proprio quello di mostrarsi inconsapevole del suo fascino.

Nicola Bartoli: ritratto dei protagonisti di Ginnaste vite parallele 5...