Diana, le prime parole di Carlo quando seppe della sua morte

A rivelare la prima reazione del Principe di Galles alla notizia è stata la biografa reale Penny Junor in un libro del 2005

La morte di Diana Spencer, avvenuta il 31 agosto del 1997, ha sconvolto letteralmente il Regno Unito. A più di 20 dall’incidente parigino, la ferita per la prematura scomparsa della Principessa del popolo, venuta a mancare a soli 36 anni, è ancora aperta.

Dei retroscena legati alla sua scomparsa si parla spesso e, per forza di cose, molti di questi riguardano il Principe Carlo. Secondo la biografa reale Penny Junor, autrice del libro The Firm, uscito nel 2005, il padre di Harry e William, informato del tragico avvenimento, avrebbe pronunciato la frase “They’re all going to blame me, aren’t they?”, traducibile in italiano con “Mi daranno tutti la colpa, vero?”.

Tra le pagine del suo libro la Junor ha dichiarato che Carlo si è mostrato fin da subito consapevole dell’impatto che la morte di Diana avrebbe avuto a livello mondiale. Secondo la biografa reale, il Principe di Galles avrebbe infatti parlato di reazioni come mai si erano viste prima e di un potenziale rischio per la monarchia.

La scrittrice 70enne ha inoltre rivelato che Carlo avrebbe parlato con il suo segretario personale Stephen Lamport delle difficoltà che, di lì a poco, la Regina Elisabetta avrebbe dovuto affrontare per tenere in piedi una delle monarchie più antiche dell’Occidente.

La Junor ha approfondito le reazioni di Carlo all’incidente del 1997 – la morte di Diana ha avuto un impatto tale da mettere in secondo piano la scomparsa di Madre Teresa di Calcutta – anche nel libro The Duchess, uscito nel 2017.

Nel volume in questione si racconta che il Principe di Galles avrebbe pianto per i figli e per il fatto che la sua vita assieme a Diana si fosse conclusa in un’atmosfera all’insegna della rabbia e dell’acrimonia. Secondo Penny Junor, Carlo avrebbe manifestato un forte dolore anche per il suo fallimento nell’aiutare la ex moglie, dalla quale aveva divorziato ufficialmente l’anno prima dell’incidente.

Nel libro vengono a galla anche i dettagli del rapporto tra Carlo e sua madre in quella notte di grande dolore. A quanto pare, i due non si sarebbero parlati pur stando a pochi passi l’uno dall’altra. A stargli vicino sarebbero stati soprattutto Camilla e alcuni amici contattati appositamente.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Diana, le prime parole di Carlo quando seppe della sua morte