Meghan Markle, lo stilista di Lady Diana non le perdona i suoi look francesi

Lo stilista di Lady Diana commenta lo stile di Meghan, troppo legato alla Francia con pochi riferimenti ai brand di moda inglesi

David Emanuel ha 62 anni ed è stato lo stilista di Lady Diana, ha confezionato per lei tantissimi capi tra cui l’iconico abito da sposa del matrimonio con Principe Charles nel 1982.

Lo stilista, durante un’intervista per Yahoo UK, ha criticato lo stile di Meghan e le sue scelte in fatto di moda e abbigliamento. Il motivo? Secondo lui, la neo-mamma di Archie dovrebbe preferire e supportare i brand inglesi e vestirsi prevalentemente con quelli.

Essere parte della famiglia reale inglese significa rappresentare una nazione ed è proprio per questo che, anche le scelte in campo fashion, devono raccontare l’Inghilterra, i suoi valori e la sua arte, anche nella moda.

David Emanuel ha studiato attentamente tutto il tour reale di Meghan e Harry in giro per il mondo e ha commentato, esagerando: “Avrà scelto solo 3 abiti di designer inglesi!”. La cifra realistica è invece di 20 su 73 etichette “Made in England” indossate.

Meghan ha da sempre palesato un grandissimo interesse per la moda, con una piccola predilezione per quella francese: spesso l’abbiamo vista indossare Dior e Givenchy con eleganza e grazia. Ma questi capi di alta moda sono, a detta dello stilista, fin troppo costosi e possono rischiare di essere portatori di un messaggio sbagliato sul denaro e sul valore dei vestiti. Nella famiglia reale bisogna essere sì eleganti ma sempre sobri senza ostentazioni.

In realtà, Meghan ha sempre dato spazio a brand inglesi per raccontare la moda della nazione che oggi rappresenta, come il giorno del Commonwealth dove ha sfoggiato un cappotto e vestito coordinato della designer britannica e sua cara amica Victoria Beckham o negli abiti mostrati durante la gravidanza: il tocco british c’è sempre stato.

Lo stilista, commentando con ironia pungente questa svolta francese di Meghan, spera inoltre che il piccolo Archie non diventi un “americanissimo” testimonial Ralph Lauren ma, al contrario, possa diventare in futuro un baby-lord della moda inglese indossando camicie, colletti alla Peter pan, bottoni in madreperla e altre piccole chicche patriottiche.

Alla fine dell’intervista David ha detto la sua sulla lieta notizia dell’arrivo di Archie con nostalgia e commozione, pensando a Lady Diana e a quanto le sarebbe piaciuto poter assistere a questo momento. La Principessa amava i bambini e si sarebbe sicuramente emozionata nel vedere il suo figlio piccolo diventare finalmente papà.

Lady D vive nel ricordo di lui e di tutti quelli che hanno avuto la fortuna di conoscerla e siamo sicuri che il piccolo Archie porterà un po’ della sua nonna per sempre dentro di sé.

Meghan Markle, lo stilista di Lady Diana non le perdona i suoi look&nb...