Meghan Markle, il retroscena del discorso di Harry contro la stampa

A quanto pare, il Duca di Sussex non avrebbe informato né Carlo né William in merito all'intenzione di pubblicare il durissimo sfogo contro i tabloid

I Duchi di Sussex hanno recentemente sporto querela nei confronti di alcuni tabloid inglesi a seguito della pubblicazione di una lettera privata di Meghan Markle e dell’intercettazione di messaggi telefonici.

Come ben si sa, oltre che con le azioni legali Harry si è espresso pure attraverso un durissimo comunicato, tra le cui righe ha paragonato l’accanimento nei confronti della moglie a quanto subito più di vent’anni fa da Lady Diana.

Della pubblicazione di queste parole di sfogo sul sito sussexroyal.uk, Carlo e William sarebbero venuti a conoscenza solo a cose fatte. A quanto pare, il comunicato sarebbe stato scritto da Harry di suo pugno e senza alcun intervento di Buckingham Palace o dei suoi consulenti. Sembra che neppure la Regina sia stata informata, anche se il segretario che si occupa della comunicazione dei Duchi di Sussex insiste sul contrario.

Per riassumere un attimo la vicenda ricordiamo che è partito tutto con la pubblicazione da parte del Mail on Sunday di una lettera privata inviata da Meghan al padre Thomas, con il quale i rapporti sono difficili ormai da diversi anni. L’uomo, assente al Royal Wedding del maggio 2018, non ha per ora ancora incontrato Archie e, all’inizio del mese di settembre, ha rilasciato al Daily Mail un’intervista al vetriolo in cui definisce la figlia e il genero “due ipocriti”.

La lettera scritta da Harry contro i tabloid ha messo in ombra tutto quello che riguarda il tour della coppia in Sudafrica, viaggio che si è concluso il 2 ottobre. Dal momento che i tabloid inglesi non è certo la prima volta che scandagliano morbosamente la vita di Meghan, c’è chi afferma che il comunicato sia stato diramato in questi giorni non certo a caso. Secondo i professionisti dello studio Schillings, società inglese specializzata in reputazione internazionale e privacy, Harry avrebbe scelto questo periodo per dare alla sua comunicazione il massimo impatto.

Come hanno reagito le testate citate in giudizio? La società editrice del Mail on Sunday, ossia Associated Newspapers, ha affermato che la lettera di Meghan Markle non è stata modificata in alcun modo. I suoi rappresentanti hanno inoltre definito Harry “troppo emotivo” e il suo punto di vista un “monumentale errore di valutazione”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle, il retroscena del discorso di Harry contro la stampa