Meghan Markle, perché il nuovo libro è già un caso

The Bench uscirà l'8 giugno ma è già al centro di forti polemiche per il titolo e la grafica

È bastato un semplice annuncio per sollevare un polverone. Il nome di Meghan Markle fa rima con polemica ormai da qualche tempo, anche se si tratta della pubblicazione di un libro per bambini. L’ex attrice americana, diventata scrittrice con The Bench, è nuovamente finita nell’occhio del ciclone a seguito di alcuni attacchi – anche molto pesanti – nei quali si parla addirittura di plagio.

A scatenare la polemica ci ha pensato il commentatore reale Piers Morgan, che sul Mail Online si è spinto un po’ oltre dandole persino dell’ipocrita. Il motivo è semplice ma anche piuttosto personale, oltre che legato alla storia della famiglia Markle:

“Nel libro parla del rapporto tra padri e figli, proprio lei che ha rinnegato suo papà: al Royal Wedding non ha invitato nessuno della sua famiglia a parte la madre, quindi non mi pare inclusiva come dice essere”.

Le critiche, però, non sono finite. Com’è noto, Harry e Meghan hanno lasciato la famiglia reale per costruirsi una nuova vita in America. Scelta, questa, che ha ancora il sapore della ribellione. Eppure, la firma in copertina – a detta dei più – sembrerebbe suggerire ben altro. L’autrice del volume per bambini si è infatti firmata Meghan, duchessa di Sussex.

La decisione di usare il titolo reale ha così suscitato l’indignazione di molti, che l’hanno accusata di sfruttarlo per meri scopi commerciali. Come se non bastasse, Meghan avrebbe anche anticipato i tempi sull’uscita della raccolta fotografica curata da Kate Middleton, bruciando così l’attesa per il coffee table book contenente le immagini scattate dai reali inglesi durante il primo lockdown del 2020.

Sembra comunque difficile che Meghan Markle abbia annunciato il suo primo libro per eclissare il lavoro della cognata e duchessa di Cambridge, dal momento che si tratta di due progetti completamente diversi, così com’è assurdo ritenere che volesse esaltare il dolore del marito per la perdita dei titoli militari avvenuto a seguito dell’allontanamento dagli Windsor.

Piuttosto, come sottolinea invece Phil Dampier, il soldato dai capelli rossi che vediamo in anteprima vorrebbe suggerire quanto Harry fosse legato all’esercito e come ha sempre dimostrato anche ben prima del matrimonio con la Markle.

L’attacco più impietoso è quello che però arriva dai social, nei quali si parla di plagio. Stando alle prime indiscrezioni, il primo libro per bambini di Meghan Markle sarebbe troppo simile a The Boy on The Beach di Corinne Averiss del 2018.

A smentire le insistenti voci che si sono ricorse in rete, ci ha però pensato l’autrice del libro originale che – chiamata in causa – ha commentato: “Ho letto la descrizione e un estratto, non vedo alcuna somiglianza tra il mio libro e quello della duchessa”.

Il volume arriverà poco più di un mese dal 2° compleanno del piccolo Archie. Stando alle indiscrezioni, il piccolo avrebbe rivisto la Regina Elisabetta via Zoom per gli auguri di compleanno, in attesa di ricevere tutti i regali che merita direttamente presso la sua residenza americana.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle, perché il nuovo libro è già un caso