Meghan Markle e Harry, la fuga da Corte orchestrata da Carlo

A lanciare questo gossip, contestato da diverse parti, ci ha pensato il biografo reale Nigel Cawthorne

Sono passati diversi mesi dal giorno della Megxit e dell’annuncio, da parte di Harry e Meghan, di voler dire addio al loro ruolo di membri senior di The Firm. Su questo avvenimento, che ha sconvolto gli equilibri della Royal Family inglese, si è scritto tantissimo. Tra le ultime teorie in merito, ne spicca una considerata priva di fondamento ed elaborata da Nigel Cawthorne, biografo reale.

A detta dell’esperto, la ‘fuga’ di Meghan Markle e Harry da Corte sarebbe stata orchestrata niente meno che da Carlo e William a seguito dell’intervista, risalente al novembre 2019, concessa dal Principe Andrea, coinvolto nello scabroso caso Epstein, alle telecamere della BBC. Le giornaliste Rachel Bowie e Roberta Fiorito, anch’esse esperte delle vicende della Famiglia Reale britannica, nel corso di una delle ultime puntate del podcast Royally Obsessed hanno preso le distanze da queste voci.

Le due donne, dopo aver espresso il proprio punto di vista in merito, hanno specificato che le affermazioni di Nigel Cawthorne sono legate al nuovo libro del biografo, un volume dedicato proprio all’ex marito di Sarah Ferguson e allo scandalo Epstein.

Sia la Bowie sia la Fiorito, ribadiamo, hanno sottolineato di non credere a una presunta ‘regia’ di Carlo e William dietro la Megxit e hanno fatto presente che sia il Duca di Cambridge sia il Principe di Galles amano molto Meghan e Harry, i quali hanno dichiarato che la decisione di lasciare la Famiglia Reale è stata una loro scelta.

Di certo c’è che, nonostante le affermazioni di Nigel Cawthorne siano state smontate da più parti, in Meghan sono ancora aperte diverse ferite legate al periodo passato a corte.

Come si può leggere sulle colonne del tabloid Express, nei documenti legati all’azione legale intrapresa dall’ex star di Suits contro l’editore di Mail on Sunday Mail Online, reo di aver pubblicato senza autorizzazione una lettera privata della moglie di Harry al padre Thomas, si parla di abbandono da parte del Palazzo in questa situazione e della proibizione di parlare in propria difesa.

Come più volte ricordato, le testate sopra ricordate hanno sempre respinto qualsiasi accusa da parte di Lady Markle, che contesta l’uso improprio di informazioni private, la violazione del copyright e quella del Data Protection Act.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle e Harry, la fuga da Corte orchestrata da Carlo