Meghan Markle, si avvicina la resa dei conti (decisiva) con Buckingham Palace

L'indagine di bullismo a Buckingham Palace continua, e la resa dei conti con Meghan appare sempre più vicina

Buckingham Palace non ci sta e per Meghan Markle potrebbero sorgere nuovi problemi: la resa dei conti è ormai vicina. Le accuse dei domestici a Palazzo nei confronti della Duchessa di Sussex hanno mosso mari e monti. Da una parte, c’è Buckingham Palace, che freme per trovare la verità e per appoggiare i propri lavoratori; dall’altra, c’è la Markle, che invece sostiene che i collaboratori non avrebbero svolto il loro dovere nel migliore dei modi. Come sempre, ricercare la verità è difficile da esterni, ma un’esclusiva al Mirror pone Meghan in cattiva luce (ancora una volta).

Non è di certo nuova la notizia che il Palazzo abbia aperto un’inchiesta, ma sta per arrivare il momento decisivo: sono tanti i collaboratori domestici (ben dieci, secondo il Mirror) che si sono detti pronti a parlare. Una fonte vicina all’indagine ha affermato che la resa dei conti sarà addirittura “brutale”. Nel mese di marzo, si è svolto un primo controllo, soprattutto a seguito delle accuse di bullismo nei confronti della Markle, pubblicate sul quotidiano londinese The Times, e che hanno scatenato un vero putiferio.

Tecnicamente, i risultati delle indagini sarebbero già dovuti essere pubblicati, ma pare che potrebbero slittare fino al prossimo anno. Meghan, al momento, sta contestando tutte le accuse che ha ricevuto dal Palazzo. Una fonte interna ha sottolineato che la sensazione generale è che si arriverà a uno scontro, e che non è escluso possa essere molto duro.

“Il Palazzo sta prendendo molto sul serio ogni accusa. L’importante è che la verità venga a galla. Ciò significa assicurarsi che tutti coloro che parlano siano ascoltati in merito al 100%. La Markle, dal canto suo, rimane irremovibile: certa di aver ragione, continua a sostenere che il personale non fosse all’altezza del suo lavoro. In poche parole, come sottolinea il Mirror, “i collaboratori non reggevano alla pressione di lavorare con lei, non capivano come svolgere il proprio lavoro e cosa la Duchessa volesse davvero”.

Il comportamento di Meghan a Palazzo è sempre stato messo in discussione, tanto che, secondo Robert Lacey, il Principe William stesso è dovuto intervenire, cercando di comprendere cosa stesse accadendo all’epoca. E, stando sempre alle indiscrezioni, è stato proprio William ad agire, mettendo in chiaro determinati aspetti. Nel momento in cui Meghan è stata interpellata riguardo al suo atteggiamento nei confronti dei collaboratori, ha peggiorato di netto la situazione.

Non è il mio lavoro coccolare le persone“. Una risposta abbastanza tagliente: qualora fosse vera, spiegherebbe perché i collaboratori hanno spesso affermato di ritrovarsi in lacrime a lavorare con lei. Sono tanti – forse troppi – che credono che la principale causa di spaccatura tra Harry e William sia stata proprio Meghan. Il Palazzo, intanto, fa sapere che non tollera il bullismo o le molestie.

Dal momento in cui Meghan ha messo in chiaro di avere avuto numerosi problemi a Palazzo, anche i collaboratori hanno trovato il coraggio di parlare, andando contro verso la Duchessa. L’indagine sta continuando e la resa dei conti sembra più vicina: per il momento, Buckingham Palace ha preferito non commentare la vicenda al Mirror, adducendo come motivazione il controllo ancora in corso dei fatti.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle, si avvicina la resa dei conti (decisiva) con Buckingham...