Meghan Markle e Harry, il codice infranto con William

Secondo il biografo reale Andrew Morton, Harry non avrebbe supportato a sufficienza il fratello maggiore

Come rivelato dallo scrittore Andrew Morton, autore del libro Meghan: A Hollywood Princess, Harry aveva il dovere, in quanto fratello minore, di sostenere William. Il biografo reale ha messo in primo piano questo suo punto di vista nel corso di una discussione sul futuro della Principessa Charlotte avvenuta nell’ambito del documentario Kate Middleton: Heir We Go Again!.

Per avvalorare la tesi in questione, Morton ha chiamato in causa l’esempio del Principe Carlo, a cui non è mai mancato il sostegno della sorella e dei tre fratelli, ma anche quello della stessa Elisabetta, che ha avuto sempre dalla sua parte la sorella Margaret. Lo scrittore ha fatto presente che, tra le regole non scritte della monarchia inglese, rientra il dovere, per i fratelli minori, di condividere con i più anziani il peso dei doveri di Corte.

La scorsa settimana, sulle colonne del Daily Mail è comparsa una notizia che parla di una confidenza di William a Diana: il neo 38enne Duca di Cambridge si sarebbe sfogato con l’amatissima mamma, dicendole di non essere intenzionato a salire sul trono. Durante il documentario William and Kate: too Good to Be True, la giornalista Rebecca English e la biografa reale Anna Pasternak – discendente dell’autore de Il dottor Živago – hanno discusso a fondo in merito alla consapevolezza di William relativamente al proprio ruolo di futuro re d’Inghilterra.

Rebecca English ha altresì rivelato che Harry si sarebbe offerto scherzosamente di assumere lui il ruolo di Sovrano nel caso in cui William non avesse voluto adempiere ai suoi doveri di primogenito. Questa sua uscita è stata vista da molti come un affronto al fratello maggiore, una rottura di quel codice non scritto sopra citato che parla di supporto incondizionato.

Oggi come oggi, a tanti anni da quelle affermazioni, le cose sono radicalmente cambiate. Harry, dopo la Megxit, è lontano dalla Corona e vive da diversi mesi a Los Angeles con la moglie Meghan Markle e il piccolo Archie. La paternità lo ha profondamente mutato.

A ricordarlo ci ha pensato, nell’ambito del podcast Royal Rota, la CEO del Diana Award Tessy Ojo, rammentando il discorso tenuto dal Duca di Sussex nell’ottobre 2019 in qualità di patrono di WellChild, associazione di beneficenza che si occupa di supportare i bambini gravemente malati e le loro famiglie. In questa occasione, il secondogenito di Carlo e Diana ha parlato della responsabilità nei confronti delle nuove generazioni e del cambiamento portato nella sua vita dall’arrivo di Archie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan Markle e Harry, il codice infranto con William