Meghan, Harry e l’addio alla Famiglia Reale: chiusa la charity Sussex Royal

A rivelarlo è il Daily Mail, che parla di un nuovo progetto speciale dedicato ai viaggi

Meghan Markle e Harry hanno fatto un nuovo passo avanti nel loro percorso di rottura con la Famiglia Reale. Come riportato sulle colonne del Daily Mail, il secondogenito di Carlo e Diana e sua moglie hanno chiuso ufficialmente la loro fondazione benefica Sussex Royal. La coppia, come evidenziato sempre dal celebre quotidiano, avrebbe presentato alla Companies House i documenti per sancire la cessazione definitiva delle attività della charity.

Adesso, secondo i ben informati, i genitori del piccolo Archie starebbero profondendo la maggior parte delle loro energie sul progetto di turismo sostenibile Travalyst, un’iniziativa ideata da Harry che, come si può leggere sulle pagine del sito ufficiale, si propone di cambiare per sempre l’impatto ambientale dei viaggi. La società ha anche lo scopo di aiutare l’industria del turismo, tra i settori maggiormente colpiti dall’emergenza sanitaria.

La chiusura ufficiale della charity Sussex Royal arriva dopo il noto divieto della Regina riguardante l’utilizzo del termine “royal” nei progetti di profit e no profit di Harry e dell’ex star di Suits.

A confermare la fine definitiva del capitolo della fondazione Sussex Royal ci ha pensato anche un insider che, rilasciando dichiarazioni ai giornalisti di Newsweek, ha ribadito che Harry e Meghan hanno firmato e depositato i documenti necessari alla chiusura della succitata realtà benefica. La fonte ha altresì sottolineato che tutti i dettagli in merito a quanto appena ricordato saranno presto visibili online.

Come sopra accennato, i genitori del piccolo Archie non rimarranno certo fermi. La loro agenda è ricca di novità. Tra queste, è possibile citare un probabile nuovo lavoro come public speaker scritturati dall’agenzia Harry Walker (che ha tra i suoi clienti Bill Clinton e gli Obama), ma anche l’impegno, già ricordato, relativo a Travalyst.

Il progetto in questione, ribadiamo, riguarda il turismo sostenibile. Harry ha coinvolto alcuni dei più grandi player del settore dei viaggi – tra questi è possibile citare Booking.com Skyscanner – con lo scopo di arrivare ad aiutare l’utente finale nella scelta di modalità di spostamento a basse emissioni di carbonio. Inoltre, Travalyst si propone di dare modo ai viaggiatori di selezionare destinazioni in cui il turismo porta un vantaggio concreto alle comunità locali.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Meghan, Harry e l’addio alla Famiglia Reale: chiusa la charity Susse...