Massimo Gramellini: i libri più belli

Dai romanzi autobiografici ai dialoghi surreali con il proprio angelo custode, i libri del giornalista torinese che fanno bene all'anima

Vicedirettore del quotidiano La Stampa e spalla giornalistica di Fabio Fazio nella trasmissione televisiva Che tempo che fa, Massimo Gramellini da qualche anno è anche sugli scaffali delle librerie. Penna sensibile e mai scontata, Gramellini scrittore piace per la linea sottile tra realtà e sogno che attraversa molti dei suoi scritti, pieni zeppi di citazioni che abbiamo fatto nostre e che, dopo aver chiuso il libro, ci fanno sentire subito meglio. Di seguito una rosa di libri, i più belli usciti dalla penna del giornalista.

L’ultima riga delle favole
E’ il debutto editoriale pubblicato nel 2012. Una particolare favola moderna che ha per protagonista l’insicuro e triste Tomàs che un giorno intraprende una nuova avventura, un viaggio simbolico per riscoprire le sue capacità e la vera essenza dell’amore che fa girare il mondo. Qui lo scrittore cerca di rispondere ai quesiti esistenziali che ci tormentano.

Perché se incontrarsi resta una magia, è non perdersi la vera favola

>>>Leggi qui le frasi più celebri di Massimo Gramellini <<<

Fai bei sogni
E’ il suo unico lavoro autobiografico. E’ il racconto di una perdita, quella della mamma, e di un segreto lungo quarant’anni, sigillato in una busta e nascosto fino a che il bambino, diventato adulto, non sarebbe stato pronto. Gramellini ha messo nero su bianco tutte le sue ferite, dedicando quelle pagine preziose a chi nella vita ha perso qualcuno o qualcosa.

Cuori allo specchio
E’ il frutto di domande e risposte formulate e offerte nella sua rubrica omonima. Storie d’amore in cerca di risposte. E’ una raccolta del giornalista delle storie raccontate negli anni dai suoi lettori, tutti alla ricerca di un ordine nel caos totale che è l’amore. Innamorati di tutta Italia tra le pagine di un libro in cui potrebbero esserci anche le risposte alla vostre domande.

Avrò cura di te
E’ il più recente ed è stato scritto a quattro mani con Chiara Gamberale. Botta e risposta, commovente ma anche divertente e spassoso, tra Gioconda, detta Giò, e il suo angelo custode in un momento difficile della sua vita. Si chiama Filemone e le promette di avere cura di lei. Troverete in questo libro un toccasana per le malinconie dei vostri errori e vi chiederete il perché non lo avete letto prima.

Massimo Gramellini: i libri più belli