Mark Rylance: vita, carriera, curiosità

Mark Rylance si avvicina al teatro per caso, con un talento innato è diventato uno dei massimi attori e interpreti delle opere di Shakespeare per poi approdare al cinema

David Mark Rylance Waters è un attore prima teatrale e poi cinematografico, di origini britanniche. Nato il 18 gennaio 1960 a Ashford, nel Kent, figlio di due insegnanti di inglese. Nel 1969 suo padre, il professor David Waters decide di trasferire la famiglia nel Connecticut e poi nel Wisconsin, dove ottiene una cattedra in Letteratura Inglese alla University School di Milwaukee. Il giovane Mark insieme ai suoi fratelli (sorella cantante lirica e fratello sommelier) frequenterà proprio quest’università prima di intraprendere la carriera da attore.

Il primo incontro con un palcoscenico avviene per caso. Nel 1976 coinvolto dal padre, decide di partecipare alle audizioni per un ruolo nella rappresentazione shakespeariana scolastica dell'”Amleto”. La presenza scenica e un talento naturale sono aspetti che vengono notati soprattutto dai critici teatrali che lo elogiano. Questo successo spinge Mark a voler mettersi nuovamente alla prova, questa volta come protagonista, sempre in un’opera del drammaturgo inglese “Romeo e Giulietta”. Dopo la laurea decide di separarsi dal cognome del padre e di chiamarsi come artista solo Mark Rylance. In cerca di nuovi stimoli e di una consacrazione come attore supera con esito positivo, le difficili selezioni per entrare nella Royal Academy of Dramatic Arts vincendo una borsa di studio.

Al termine di questo percorso di formazione entra a far parte della compagnia del Glasgow, la “Citizen’s Theatre”. È uno degli attori principali e porta in scena in tutto il mondo i ruoli protagonisti più significativi, l’Amleto e Romeo. Nel 1990 però decide di voler fondare una compagnia tutta sua, la “Phoebu’s Cart”. Inizia questo nuovo percorso con la collaborazione dell’attrice e drammaturga, Claire Van Kampen, conosciuta mentre lavoravano alla rappresentazione di “L’ebreo errante” nel 1987 e che due anni dopo diventerà sua moglie, precisamente il 21 dicembre del 1989. Sono anni ricchi di successi e riconoscimenti, con la messa in scena di “La Tempesta” e di “Molto rumore per nulla”, viene premiato come miglior attore con un Oliver Award. Mentre nel 2007 con una pièce meno impegnativa “Boeing Boeing” vince un Tony Award e approda con successo a Broadway.

Il cinema arriva dopo tanto teatro. Inizia con piccoli ruoli, in “Intimacy” e in “L’altra donna del re”. Viene conosciuto dal pubblico del grande schermo come protagonista del film “The Grass Arena”, diretto da Gillies MacKinnon. Nel 2015 interpreta magistralmente “The Gunman” il film di Pierre Morel e anche “Il ponte delle spie” di Steven Spielberg, con cui ha coronato una lunga carriera artistica vincendo la statuetta più ambita quella degli Oscar, nella categoria miglior attore non protagonista.

Mark Rylance: vita, carriera, curiosità