Marco Lodadio: ritratto dei protagonisti di Ginnaste vite parallele 5 “Road to Rio 2016”

Marco Lodadio: alla scoperta delle numerose qualità e della preparazione degli atleti più noti, pronti a sfidarsi in nuove gare per le prossime Olimpiadi

Marco Lodadio è un ginnasta della nuova trasmissione di MTV dedicata all’allenamento e ai sacrifici dei giovani atleti. A spiccare all’interno del programma Ginnaste vite parallele è Marco Lodadio, tifoso della Roma e amante delle materie scientifiche. Nato a Roma, Marco ha 24 anni e la sua passione verso la ginnastica artistica frascati gli è stata trasmessa proprio dai genitori, i quali possiedono una palestra di questa attività. Marco Lodadio dunque, si è avvicinato sin da piccolo a questo sport, il quale ha dato origine ad una delle sue più grandi passioni nel corso della vita.

Ciò che il giovane atleta ama di più della ginnastica artistica è la sensazione di adrenalina che si avverte durante una competizione. Lo stimolo di affrontare sempre nuove gare ha portato il ginnasta a fare numerosi allenamenti per le Olimpiadi Rio2016. Marco afferma che il suo attrezzo preferito sono gli anelli, poiché si tratta di uno degli strumenti più versatili nell’ambito della ginnastica artistica. Gli anelli, spiega il giovane atleta, sono l’accessorio ideale per sviluppare numerose tipologie di allenamento.

Al contrario invece, l’attrezzo più detestato dal noto ginnasta è la sbarra, poiché afferma che sin da piccolo gli ha sempre trasmesso paura ed ansia. Ma questo non ha comunque fermato la tenacia di Marco Lodadio, il quale prosegue con orgoglio e determinazione la sua strada verso il traguardo, ovvero poter partecipare alle Olimpiadi. E’ proprio grazie al suo carattere istintivo che il giovane ha piena fiducia nella sue abilità e questo lo rende motivato ad affrontare sempre nuove sfide senza mai tirarsi indietro. Marco afferma infatti che la sua impulsività lo porta a non seguire mai i consigli.

L’atleta spiega che proprio grazie a questa personalità tende ad affrontare ogni tipo di competizione senza ragionare troppo sulle tecniche. Inoltre Marco Lodadio mette in evidenza il forte legame con i suoi compagni di squadra, con i quali, oltre ad aver instaurato un ottimo rapporto, ha condiviso numerosi allenamenti e fatiche. L’atleta non è un grande fan del calcio, ma si definisce un accanito tifoso della Roma sin dalla tenera età. Inoltre afferma che se non avesse seguito la sua passione per la ginnastica, probabilmente avrebbe intrapreso la carriera da scienziato, spinto dalla passione per le materie scientifiche.

Marco Lodadio: ritratto dei protagonisti di Ginnaste vite parallele 5 ...