Lady Diana, l’amara confessione di Carlo prima del matrimonio

Nel nuovo documentario sulla Principessa del popolo targato ITV, un amico di Diana confessa le parole di Carlo la notte prima del matrimonio

La notte prima dell’inizio di quella che sarebbe dovuta essere una favola d’amore, il Principe Carlo lancia ad una giovanissima Diana una devastante bomba.

Penny Thornton, un astrologo amico di Diana, parla dell’intimo dettaglio nel nuovo documentario dell’emittente inglese ITV The Diana Interview: Revenge of a Princess, andato in onda giovedì nel Regno Unito, 25 anni dopo la sua famosa intervista a BBC Panorama.

Thornton racconta una delle confessioni più dolorose e personali che la Principessa del Galles gli abbia fatto:

Una delle cose più scioccanti che Diana mi ha detto fu che la notte prima delle nozze Carlo le disse che non l’amava. Penso che Carlo non volesse iniziare il matrimonio con delle bugie. Voleva essere chiaro con lei ma tutto questo fu devastante per Diana. Con questa premessa non voleva sposarsi, pensò davvero di non presentarsi al matrimonio.

Durante la sua intervista alla BBC nel 1995, la Principessa Diana rivelò al giornalista Martin Bashir che sia lei che il Principe Carlo avevano avuto relazioni extraconiugali, confessando che la relazione dell’ex marito con Camilla Parker-Bowles furono uno dei motivi che portarono alla loro separazione nel 1992:

Eravamo in tre in questo matrimonio, era un po’ affollato.

Diana confermò inoltre la sua relazione con l’ex Ufficiale di Cavalleria Britannico James Hewitt, confessando di essere stata infedele a Carlo perchè era innamorata di Hewitt.

Il nuovo documentario di ITV sostiene che Bashir falsificò estratti conto bancari per costringere Lady D a rilasciare l’intervista facendole credere che la stessero spiando. Proprio il fratello di Diana, il nono Conte Spencer, recentemente ha pubblicamente accusato la BBC di avergli inviato una frammentaria richiesta di scuse per aver utilizzato documenti falsi per assicurarsi l’intervista con la sorella.

Un’investigazione interna alla BBC nel 1996 sostenne che i documenti in questione non ebbero nessun peso sull’intervista, ma il Conte Spencer dalla sua posizione non si è mossa e ha rincarato la dose:

La BBC deve ancora scusarsi per quello che davvero conta, ovvero l’incredibile serie di falsificazioni di estratti conto bancari che suggerivano che i più intimi confidenti di Diana la stavano spiando per conto dei suoi nemici. Queste sono state le false premesse che hanno portato Diana a rilasciare l’intervista.

Intervista che, secondo Rosa Monckton, una delle più strette amiche di Diana, ha contribuito alla sua morte:

Sia i paparazzi che la BBC, nostra emittente nazionale, hanno avuto lo stesso comportamento nei confronti di Diana e sono entrambi responsabili della sua morte.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lady Diana, l’amara confessione di Carlo prima del matrimonio