Ashera: il gatto su misura, più caro del mondo

Il felino oggi si ordina su misura, come un vestito dal sarto. La razza disponibile è una sola, ma si possono scegliere gli «accessori», le caratteristiche dell’animale: per chi non sopporta i peli, c’è la versione ipoallergenica. Si chiama Ashera e costa tra i 15.000 e i 19.000 euro, a seconda dell’ordinazione. Si prenota online, poi si attende. I micioni vengono «fabbricati» in California e consegnati per posta aerea. Sono stati creati in laboratorio dalla Lifestyle Pets, nascono da un incrocio tra un gatto delle selve africano e un gattopardo asiatico. Il risultato è poi stato «ibridato» ulteriormente con un gatto domestico.

Il prodotto finale, al consumatore, è un bestione dal pelo maculato, lungo 120 centimetri, 15 chili di peso, che può vivere fino a 25 anni. Grandino, insomma, con delle belle zampone provviste di unghie. Una zampata non dev’essere un’esperienza piacevole ma, garantiscono i creatori, il super gatto è mansueto, adatto a vivere con i bambini o altri animali domestici, di buon carattere e ammaestrabile, tanto che lo si può portare a spasso al guinzaglio come un cagnolino. La lista d’attesa è lunga: 9 mesi minimo. Ma chi vuole può sborsare altri 6mila dollari per finire dritto in cima all’elenco delle ordinazioni.

Attenzione però: trattandosi di un incrocio tra felini selvatici, in Italia è considerato pericoloso e c’è il divieto di detenzione. Per poterlo avere, occorre farsi rilasciare una speciale autorizzazione prefettizia, che viene data in genere soltanto ai circhi o ai giardini zoologici. Meglio optare per il cane allora, appena aggiunto in catalogo: si chiama Labari, è piccolo, col pelo bianco e immacolato e il nasone nero, costa 15mila dollari ed è anch’esso ipoallergenico. Prima consegna: 2009. Ancora lo stanno mettendo a punto.

Ashera: il gatto su misura, più caro del mondo