Enus Mariani: ritratto dei protagonisti di Ginnaste vite parallele 5 “Road to Rio 2016”

Enus Mariani, esperta nell'attrezzo delle parallele, è una delle giovani ginnaste che rappresenterà l'Italia alle prossime Olimpiadi di Rio De Janeiro, in Brasile

Enus Mariani è una delle ginnaste che rappresenterà l’Italia alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro, in Brasile. Chiunque voglia avvicinarsi a questo sport con la speranza di gareggiare un giorno a livello internazionale, deve necessariamente farlo in tenera età. C’è chi dà il via all’attività a cinque anni e chi, come Enus, a sette anni. Era una bambina spericolata, sempre in movimento, dunque la ginnastica rappresentava per lei la chance di poter incanalare al meglio le proprie energie. E’ ben consapevole del fatto che la ginnastica le ponga dinanzi costantemente delle difficoltà ma questo è parte di ciò che le piace dello sport. Continua ad allenarsi e gareggiare per poter superare gli ostacoli, in una costante gara contro se stessa e i propri limiti.

Enus adora stare tra gli altri e infatti dice che adora far ridere la gente. Col tempo, essendo così spesso a contatto, il gruppo di ginnaste è diventata una seconda famiglia per lei, alla quale è legatissima. Ciò che invece detesta fare è cucinare, cosa che le riesce malissimo. Ascolta vari generi musicali e, come ogni diciottenne, è appassionata dei vari pop idol del momento, da Bieber e Mengoni, passando per Fedez.

Come in ogni ambito, anche in questo esiste una palese preferenza. Enus non ha dubbi e, riuscendo fin da piccola a esbirsi al meglio con le parallele, è questo l’attrezzo dal quale non si separerebbe mai. Col tempo però, oltre alla questione pratica del riuscire ad esprimersi al meglio, si è aggiunto qualcos’altro, ovvero l’amore per il volteggio. Enus è quasi in grado di volare e lo fa con grande grazia. L’opposto delle parallele, nell’ordine delle preferenze di Enus, è il volteggio. Anche in questo caso l’esperienza in tenera età fa la differenza. L’odiava da piccola e continua a farlo, anche se ovviamente è costretta spesso a cimentarvisi.

La vita delle ginnaste è sacrificata e colma di impegni, dallo studio agli esercizi, cercando di trovare un po’ di tempo per la vita privata. Dopo aver sacrificato così tanto, le Olimpiadi rappresentano dunque la giusta ricompensa. Un sogno che si avvera per Enus poter andare a Rio e mostrare ciò di cui è capace. Tante le passioni che accompagnano le sue giornate, come ad esempio il ballo. Infatti, se non avesse fatto ginnastica artistica, avrebbe tentato la via per diventare una ballerina hip hop.

Enus Mariani: ritratto dei protagonisti di Ginnaste vite parallele 5 &...