Ecco com’è diventata Mariah Carey

Com'è davvero oggi e come compare sul cd: le foto a confronto

Erano belle e sexy a vent’anni, quando hanno esordito sul palcoscenico del mondo e hanno riscosso ovunque successo. E oggi che superano gli anta vogliono essere ancora belle e sexy…  come quando ne avevano venti.  Per riuscirci ogni espediente è lecito: dalla chirurgia estetica alle punturine magiche al botulino, passando per sedute estenuanti di pilates e yoga, sottoponendosi a diete vegane e accompagnandosi a baby fidanzati. Fino ad approdare all’ultima spiaggia, la più virtuale: il fotoritocco, per apparire – almeno sulle copertine patinate – come ormai in realtà non sono più.

Stiamo parlando di attrici e celebrity, da Madonna a Sharon Stone, da Demi MooreMeg Ryan (ma non mancano gli esempi nostrani), che di anno in anno, incuranti del percorso che Madre Natura suggerisce loro, continuano a proporsi al pubblico come sex symbol, in pose trasgressive, rilasciando dichiarazioni che suonerebbero meno grottesche in altre fasce anagrafiche. L’ultima è la bravissima Mariah Carey, che per l’uscita del suo ultimo disco #1 to Infinity si è regalata un fotoritocco davvero incredibile. Guardare per credere: guardate com’è oggi (un po’ lievitata, oseremo dire) e come appare sui cartelloni pubblicitari, con 20 anni e 20 chili in meno.

Saggiamente Monica Bellucci, dall’alto dei suoi 50anni, dichiarò prima di arrivare alla boa del mezzo secolo: “Non avrò più figli, probabilmente non farò più tante foto nuda, i personaggi al cinema cambieranno. Ci saranno più mamme, più zie, più nonne, meno donne che fanno perdere la testa agli uomini”. Meno credibile la 52enne Sharon Stone: “Per carità, non voglio somigliare a una di vent’anni”, ma noi diremmo proprio il contrario.

Qualcuna potrebbe obiettare: in quest’epoca sfrenata di giovanilismo e velinismo, perché non concedere spazio alle donne mature visto che ancora hanno successo? Proposta sensata, se però a fare da testimonial della maturità femminile fossero donne disposte ad accettare con più serenità il naturale corso delle cose e a mostrare senza imbarazzo qualche ruga e qualche morbida rotondità.

Certo, per le dive sopracitate è dura scendere dal piedistallo delle sex symbol per accettare ruoli più riduttivi. Il colpo di grazia, forse, arriverà il giorno in cui un grazioso nipotino le chiamerà finalmente “Nonna!”

Ecco com’è diventata Mariah Carey