Dieta? No, grazie: le 7 cose che davvero ogni donna vuole iniziare di lunedì

A inizio settimana siamo depresse, demotivate e a volte anche un po' irascibili: bando ai luoghi comuni, ecco da cosa ripartire veramente.

“Lunedì comincio”. Poi il fatidico giorno arriva, e di dare vita a una personale svolta non hai alcuna voglia. Il primo circoletto della settimana sul calendario porta con sé tanta letteratura e anche una serie di luoghi comuni su depressioni post weekend, ritmi circadiani che saltano, nessuna voglia di vedere gente (e tantomeno parlarci), oltre all’ansia di dover riprendere il lavoro esattamente dal punto in cui lo si era lasciato il venerdì. Come reagire a questa mole di depressione, noia e tristezza infinita? Iniziando qualcosa di nuovo. Bando però ai soliti vecchi consigli (cominciare la dieta, andare finalmente in palestra facendo fruttare quell’abbonamento vecchio di sei mesi, pulire l’armadio per “sgombrare la mente”). Ecco allora sette cose che vorremmo realmente iniziare di lunedì.

Siamo sincere e non giriamoci attorno: i cliché spesso funzionano. Tutte noi, infatti, se dovessimo chiudere gli occhi e rispondere a qualcosa da iniziare il primo giorno della settimana, non avremmo dubbi: la dieta. Chissà come mai, però, ogni lunedì sembra sempre quello buono. Poi diventa il lunedì successivo. La verità è che quello che vorremmo iniziare, soprattutto se siamo reduci da un fantastico weekend al mare o al lago, è esattamente l’opposto. Dopo un lungo periodo a pianificare una vacanza e a rispettare prove costume, una volta tornate a casa quello che vogliamo fare il primo lunedì di lavoro è riprendere a mangiare quello che ci pare.

Non dimentichiamo, poi, che la routine abbatte il morale. Quindi se c’è qualcosa a cui davvero vogliamo dare il via il giorno dopo la domenica è qualcosa che ci distragga. Ad esempio una fantastica maratona della nostra serie tv preferita. Altro che palestra: divano, pigiamone, telecomando e via!

Usciamo quindi dal cliché delle pulizie a partire dalle primissime ore libere della settimana e ribaltiamolo: perché non pianificare una serrata sessione di shopping senza aspettare il classico sabato, in cui saremo più stanche, meno lucide e soprattutto troveremo eserciti di potenziali avversarie in qualsiasi negozio o boutique ci venga in mente?

Altro punto dolente: come sfruttare a nostro vantaggio la tendenza del lunedì a fare buoni propositi (quasi sistematicamente disattesi)? Un rimedio è quello di passare in rassegna ciò che ancora una volta avevamo previsto a inizio weekend e poi ci è sfuggito di mente. Riesumare quel vecchio vestito “che non posso non mettere nemmeno quest’anno“, chiamare l’amica che non sento da mesi, leggere quel libro sponsorizzatissimo ma che proprio non ci acchiappa. Se per troppe settimane si rimandano sempre le stesse situazioni, il lunedì è il giorno migliore per darci un taglio. Svuotare il guardaroba, cancellare numeri inutili, liberare la biblioteca. Questa sì che è vera pulizia mentale!

Infine, il consiglio migliore: lo insegnava già un certo Giacomo Leopardi nel suo “Sabato del Villaggio“. Il fine settimana porta spesso con sé enormi aspettative, per poi regalarci una domenica infame in cui invece di riposarci ci stressiamo ancora di più. Con il chiodo fisso del “domani è lunedì, oggi mi devo divertire“.

Proviamo quindi a dare uno schiaffo morale a noi stesse e a tutti i luoghi comuni. E quando arriva il lunedì iniziamo a sorridere.

Dieta? No, grazie: le 7 cose che davvero ogni donna vuole iniziare di&...