Cristiano De André, cantante: biografia e curiosità

Chi è Cristiano De André? Scopriamo tutto ciò che riguarda la vita e le curiosità riguardo questo cantautore italiano molto esperto nel suonare diversi studenti musicali

Cristiano De André è un noto cantante molto famoso all’interno del territorio italiano per la sua grande produzione musicale e anche per essere figlio del noto cantante Fabrizio De Andrè, da cui ha preso il secondo dome del padre, mentre la madre si chiamava Enrica Rignon. Nasce il 29 dicembre 1962 a Genova. La passione per la musica si farà vedere fin da tenera età, questa cosa è dovuta anche al fatto che per buona parte della sua infanzia e adolescenza è stato in mezzo a grandi cantanti e professionisti della musica italiana di quel periodo, che lo influenzarono e aumentarono la sua passione per la musica. Dopo aver finito le scuole elementari prosegue il percorso di studi all’interno di un istituto di tipo religioso privato, successivamente ha la possibilità di iniziare lo studio di vari strumenti, come la chitarra e il violino, frequentando il conservatorio Niccolò Paganini situato nella città dove è nato, ossia Genova . In questo modo gli venne data anche la possibilità di iniziare a scrivere alcune musiche utilizzate in diversi spettacoli teatrali.

Durante gli anni ottanta prende l’iniziativa e fonda una sorta di gruppo musicale denominato i Tempi duri con la collaborazione di alcune persone che suonavano strumenti nella città di Verona. La band riesce a produrre solamente un unico album, denominato Chiamali tempi duri, prima dello scioglimento definitivo avvenuto nell’anno 1985. Sarà proprio durante questo anno che riesce a conquistare un posto all’interno del Festival di Sanremo, riuscendo a partecipare esibendosi con la canzone intitolata Bella più di me, il cui testo era stato scritto da un certo Roberto Ferri. Cristiano De André ottiene un discreto successo, riuscendo a classificarsi 4 per quanto concerne la categoria giovani e aggiudicandosi il premio dato dalla critica. Sull’onda del successo conquistato per la partecipazione al festival, due anni dopo pubblica il suo primo album da solista che porta il suo stesso nome. Alla lavorazione di questa prima pubblicazione per André lavorerà anche un altro cantante di nome Massimo Bubola, aiutandolo inserendo canzoni particolari, come quella intitolata Briciola di pane, dedicata alla figlia appena nata.

Dal 1990 Gli nasce una figlia di nome Francesca de André, nota al pubblico a causa della sua partecipazione a soli 20 anni al reality show chiamato l’isola dei famosi . Dal 1992 in poi la sua produzione musicale procede spedita, infatti, nel 1992 viene pubblicato il suo terzo album da quando ha iniziato a lavorare nel mondo musicale, intitolato Canzoni con il naso lungo; da citare sicuramente è il fatto che per la realizzazione di questa opera viene richiesta la collaborazione di un cantante di successo come Eugenio Finardi. Nell’anno 1993 ha modo di partecipare nuovamente al Festival di Sanremo, esibendosi davanti al pubblico con la canzone Dietro la porta. Tale brano gli darà la possibilità di classificarsi secondo per quanto concerne la categoria denominata Campioni, aggiudicandosi il premio rilasciato dalla critica e il premo volare. Nel 1995 ebbe modo di pubblicare il suo quarto album e intraprende anche una serie di tour dove ha il compito di accompagnare il padre suonando una grande varietà di strumenti musicali. Nel 2001 riesce a pubblicare l’album intitolato Scaramante, realizzato grazie alla collaborazione tra Cristiano De André e Oliviero Malaspina . Ottiene un discreto successo, e la critica lo accoglie definendolo come il punto più alto della produzione musicale di André.

Ma la carriera musicale subisce una grande battuta d’arresto, infatti per molti anni non si è più sentito parlare di Cristiano De André a causa della morte dei suoi genitori e di problemi di natura personale. Ma nonostante tutto durante un evento dedicato proprio al padre dopo 10 anni dalla sua morte, Cristiano De André tornerà a cantare in pubblico interpretando una canzone scritta da Mauro Pagani. Successivamente, sempre nel 2009 ebbe modo di intraprendere un tour in tutta Italia dove si poneva l’obiettivo di cantare molte delle canzoni prese dal repertorio di suoi padre. Questi sono anni molto intensi per il cantante, dal momento che divenne ospite di molte trasmissioni ed eventi che a più riprese gli richiesero di cantare alcuni pezzi del suo repertorio o di quello del padre; nel 2014 partecipa anche al Festival di Sanremo portando i brani intitolati Invisibili ed Il cielo è vuoto. Grazie a queste due canzoni ebbe modo di arrivare in finale e piazzarsi settimo, vincendo un buon numero di premi e riconoscimenti, come a esempio il premo della critica e il premio per il migliore testo di una canzone. Si rende anche protagonista di manifestazioni politiche, dove venivano richieste le dimissioni della giunta regionale della Liguria, dato che non seppero agire in maniera consona durante l’alluvione che colpì Genova nel 2014. Infine è da citare assolutamente il fatto che nel mese di marzo del 2016 Cristiano De André ha dichiarato pubblicamente di avere l’intenzione di intraprendere la scrittura di una sua autobiografia intitolata La versione di C e l’inizio di un nuovo tour musicale.

Cristiano De André, cantante: biografia e curiosità
Cristiano De André, cantante: biografia e curiosità