Contro lo shopping compulsivo un bracciale con la scossa a 255 volt

Lo forniscono le banche su richiesta ai clienti che esagerano nella spesa, per darsi una regolata

Per tutti gli shopping addicted, per chi non ha forza di volontà e si fa trascinare dall’impulso di fare spese folli, dalla Gran Bretagna forse arriva la soluzione: un braccialetto elettronico che manda una scossa elettrica da 255 volt quando si esagera con la spesa.

La Bbc rivela che alcune banche stanno pensando di introdurre – su richiesta – questo singolare braccialetto per aiutare i clienti a non spendere più del dovuto con le proprie carte di credito.

In buona sostanza chi spende di più rispetto a quanto ha sul suo conto corrente viene subito avvertito con una bella scossa elettrica che gli arriva dal braccialetto collegato – grazie a un software che mette in connessione la banca dati dell’istituto di credito e i terminali che controllano il pagamento con le carte – a un computer. Se il correntista esagera e striscia la carta per un importo eccessivo rispetto al suo conto corrente, ecco che arriva l’elettrochoc!

Il progetto è in fase di studio, ma in molti pensano che sarebbe molto utile perché se il conto scende e gli elettrochoc aumentano,  si allontana il rischio di  bancarotta.

Lascia un commento

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Contro lo shopping compulsivo un bracciale con la scossa a 255 volt