Clementino la Iena del Rap: dagli esordi al successo

Un breve viaggio nella carriera del rapper, dalle esibizioni freestyle passando per i concerti, fino alla sua passione per il teatro

La sua prossima avventura a breve sarà Sanremo, ma per il talentuoso rapper napoletano Clementino non è la prima volta sul palco dell’Ariston. Nel 2013, infatti, accompagnò sul palco gli Almamegretta, nella sessantatreesima edizione della competizione canora più famosa in Italia. Nel 2014 la sua canzone presentata per gareggiare nella categoria Big fu scartata dal presentatore Carlo Conti, con lo strascico di qualche piccola polemica.

Il 2016 sarà la prima esperienza sul palco di Sanremo da Big con il pezzo intitolato Quando sono lontano.

L’immersione nel mondo dell’Hip Hop napoletano per Clementino (al secolo Clemente Maccaro) è molto precoce. Dall’età di 14 anni entra a far parte della Trema Crew e successivamente nei TCK, gruppo napoletano. Sono gli anni dell’affinamento della tecnica del freestyle (l’improvvisazione in rima) che lo porta a diventare praticamente il migliore in questa abilità, vincendo tutte le gare a cui prende parte dal 2004 al 2011.

Ma la sua vera e propria popolarità cresce dalla pubblicazione del suo secondo album I.E.N.A. nel 2011 (acronimo di “io e nessun altro”), dopo il primo album Napolimanicomio.
Iena White è anche il suo nome d’arte che definisce in modo concreto la sua personalità sul palco. La sua consacrazione verrà con il suo penultimo album, nel 2013 Mea Culpa, con il singolo O’ Vient. Un successo senza precedenti che lo porterà a vincere nel 2014 il disco d’oro.

Numerose sono le sue collaborazioni con grandi artisti in Mea Culpa e nell’ultimo fortunato album del 2015 Miracolo; si possono infatti citare Fabri Fibra, Marracash, Gigi Finizio, Jovanotti, Noyz Narcos, Ensi, Gué Pequeno, Rocco Hunt e altre collaborazioni con Negrita, 99Posse.

Il suo stile è principalmente quello rap, ma in alcuni dei suoi brani varia, mettendo insieme rap, scratch e campionamenti a musica elettronica e funk.

Gli interessi di Clementino sono poliedrici, oltre alle numerose apparizioni in vari programmi tv. Nel 2014 partecipa a Pechino Express con il fratello Paolo. Grande la sua passione per il teatro, che come affermato in una sua intervista, ha influenzato in modo profondo il suo modo di cantare e far rap. Nel febbraio 2012 ha recitato nell’opera teatrale di Pino Quartullo, Che ora è?, tratta dall’omonimo film del 1989 di Ettore Scola. Nel 2013 ha recitato in Clementino Live Theater.

Immagini: Depositphotos

Clementino la Iena del Rap: dagli esordi al successo