Charlene di Monaco e il difficile inizio a corte: “È pieno di vipere”

Nuovi retroscena sul complicato debutto a corte di Charlene di Monaco: dalle lacrime ai giudizi, il suo è stato davvero un inizio difficile

Sono anni che Charlene di Monaco non abbandona quel suo sorriso enigmatico: la Principessa ha sempre dato l’impressione che il suo ruolo istituzionale non le calzasse a pennello, tanto meno che ne fosse pienamente felice. In fondo, il suo debutto a corte non è stato affatto facile: Charlene Wittstock si è fidanzata col Principe Alberto nel 2006, trasferendosi a Monaco, lasciando il suo amato Zimbabwe e la sua professione da atleta alle spalle. Lei, infatti, che era una campionessa olimpionica di nuoto e anche modella, ha dovuto abbandonare tutto per amore del Principe.

D’altronde, Charlene si era mostrata piuttosto sconvolta quando nel 2011 è convolata a nozze: sposare un reale è il sogno di milioni di ragazzine di tutto il mondo, eppure era sembrato un incubo per l’ex atleta, il cui pianto ha sorpreso tutti nel giorno del matrimonio. Insomma, già all’epoca, quelle lacrime che continuavano a cadere sul suo viso, sembravano un segnale di preannunciata infelicità.

A tal riguardo, la rivista francese Paris Match ha rivelato, tramite una fonte vicina alla Principessa, che la famiglia reale monegasca avrebbe preferito per Alberto un matrimonio più aristocratico, sottolineando spesso quanto fosse inadeguata Charlene accanto al Principe.
In aggiunta, sembrerebbe che l’ex nuotatrice avesse confessato a un amico che Carolina di Monaco, la maggiore dei Grimaldi, le avrebbe spesso lanciato diversi sguardi agghiaccianti che sembravano dirle “Non ce la farai mai”.

La fonte anonima, però, ha rincarato la dose, raccontando che la Principessa si era sfogata in questo modo:

“Monaco è un villaggio popolato da squali e vipere”

Una frase che lascia ben poche interpretazioni. E come dar torto a Charlene, le cui azioni vengono continuamente analizzate e derise: dal suo “cattivo” francese, agli scarsi sorrisi, la Principessa è sempre stata sorvegliata e giudicata nei minimi dettagli. Dai magazine locali è stata spesso denigrata anche perché non aveva ancora avuto figli, insinuando così che avesse problemi di infertilità. Le voci si sono fermate solo nel 2014, quando sono nati i suoi due bellissimi gemelli Gabriella e Jacques.

Se le confidenze di Charlene all’amico corrispondessero a verità, non sarebbe difficile immedesimarsi nel suo dolore, comprendendo il motivo dietro a quella faccia seria che ha indossato in tutti questi anni e che, inoltre, le è valsa tante critiche.

Ma nonostante tutto, Charlene di Monaco ha sempre dimostrato di avere un cuore d’oro con le migliaia campagne di beneficenza, guadagnandosi il suo posto nel principato.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Charlene di Monaco e il difficile inizio a corte: “È pieno di viper...