Cracco: chi è il giudice “storico” di Masterchef

Chef veneto dalla rinomata esperienza nonchè personaggio simbolo di Masterchef, è considerato un sex symbol. Ecco la sua storia

Carlo Cracco è una vera icona del programma Masterchef, giunto alla sua quinta edizione per quanto riguarda la versione italiana.
Cracco, oggi, è oramai un personaggio televisivo molto noto, anzi tantissime donne lo adorano e lo considerano un autentico sex symbol, tuttavia prima di approdare in TV Cracco è stato protagonista di molte importanti esperienze lavorative, le quali lo hanno formato e perfezionato dal punto di vista professionale.

Carlo Cracco , cinquantenne che porta splendidamente i suoi anni, iniziò a lavorare come cuoco in un ristorante vicentino, dopo aver conseguito il diploma alberghiero.
Un anno importantissimo per la sua crescita professionale è certamente il 1986, quando Cracco ha modo di collaborare con Gualtiero Marchesi, uno dei nomi più importanti in assoluto per quanto riguarda la cucina italiana.
Cracco inizia dunque a lavorare in Francia, stabilendosi di questo paese per tre anni, dopodichè rientra in Italia e riprende a collaborare con Marchesi nel suo nuovo ristorante, L’Albereta, situato in provincia di Brescia.
Oggi, Carlo Cracco è Chef Executive presso l’omonimo ristorante della famiglia Stoppani, un tempo chiamato Peck, è titolare di un ristorante a Milano , ed è divenuto come detto un personaggio televisivo molto affermato.

Dal 2011, infatti, Cracco è nella giuria di Masterchef, affiancato da chef altrettanto importanti quali Joe Bastianich, Bruno Barbieri, e dal 2015 anche dal napoletano Antonino Cannavacciuolo.
Cracco ha condotto anche le due edizioni di un altro programma di cucina molto seguito, ovvero Hell’s Kitchen Italia, ed è recentemente divenuto testimonial di un noto marchio di cucine, senza trascurare altre significative esperienze analoghe.
Insomma, Carlo Cracco ha davvero una grande esperienza professionale alle spalle, e se oggi è oramai divenuto un noto personaggio televisivo è certamente perchè è riuscito a conseguire risultati lusinghieri dal punto di vista lavorativo.

Oltre a questo, c’è da sottolineare anche che Cracco ha saputo rivelarsi un personaggio molto adatto al piccolo schermo: carismatico, elegante, inflessibile nei confronti dei concorrenti di Masterchef che non si rivelavano all’altezza, ma allo stesso tempo molto coinvolgente e sempre assai spigliato dinanzi alle telecamere.
Cracco è dunque uno chef di livello internazionale, e su questo non vi era alcun dubbio, ma è anche uno dei personaggi televisivi che, negli ultimi anni, hanno riscosso maggiore successo.

 

Cracco: chi è il giudice “storico” di Masterchef