“Buon compleanno Dolce Candy”. L’Italia festeggia i 40 anni di una delle protagoniste più amate dei cartoni

40 anni fa arrivava in Italia la bambina orfana più amata dei cartoni animati

Il 2 Marzo del 1980 veniva mandato in onda il primo episodio di Candy Candy, il cartone che ha segnato l’infanzia di tutte noi, cresciute in quegli anni, e che ha aperto le porte ad un’ondata di girl power a tutti gli altri anime. A distanza di 40 anni, l’eredità lasciata dalla dolce Candy è più vivida che mai.

Dobbiamo però fare un passo indietro per celebrare  la vera nascita di Candy Candy, che risale al 1 Ottobre del 1976: fu quello il giorno in cui in Giappone uscì il primo numero del fumetto che raccontava le avventure di una piccola ma forte donna dai capelli biondi e le lentiggini sul viso. Ma a quei tempi, le bambine del nostro Paese non conoscevano ancora la dolcissima orfanella arrivata in Italia solo qualche anno dopo.

Un cartone che è diventato popolarissimo in pochissimo tempo, e il perché è intuibile. “Candy è poesia”, recitava l’intramontabile sigla cantata dai Rocking Horse, e mai parole furono più vere per descrivere l’incredibile carattere della protagonista. Candy Candy ci racconta storie di passione e sentimento con toni e accadimenti spesso tragici.

L’orfanella bionda con le lentiggini ci ha preso per mano coinvolgendo un’intera generazione di madri e figlie, nelle sue gioie e nei suoi dolori, rendendoci parte del suo universo e delle sue complesse scelte e dei suoi dolori: meglio un fidanzato come Anthony o come Terence? Tutte ci siamo sentite un po’ Dolce Candy, immedesimandoci in lei, immaginando cosa le avremmo consigliato di fare se fosse stata nostra amica, così come le avremmo suggerito di resistere alle infine cattiverie della perfida Elisa Legan.

Purtroppo però il cartone Candy Candy è destinato a restare solo nella nostra memoria, a causa infatti di una controversia legale tra le autrici del manga, vent’anni fa la messa in onda fu interrotta e dopo l’ultima replica – risalente al 1997 – nessuno l’ha più vista sul piccolo schermo.

Ma la sua storia e i suoi insegnamenti la nostra generazione non li dimenticherà mai. Le sue vicende così tragiche, romantiche e intense mettono al centro di tutto la determinazione e la forza di una donna, che in tutte le fasi della sua vita, riesce a superare mille difficoltà.

E a guardarci oggi, nella nostra quotidianità, non c’è forse un po’ di quella dolce Candy in tutte noi?

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

“Buon compleanno Dolce Candy”. L’Italia festeggia i 40 anni di u...