A 20 anni il picco della felicità, a 40 anni si tocca il fondo. A 42 si risale

Secondo una ricerca la felicità arriva a 42 anni. A 24 le donne vivono di sogni, mentre a 40 affrontano ansia e depressione

A 20 anni il picco della felicità, a 40 si tocca il fondo. A 42 si risale. È questo il risultato di una ricerca condotta da CougarItalia.com, portale di riferimento per le donne sopra i 35 anni. Secondo lo studio la felicità delle donne avrebbe un tipico andamento a “U”. Ciò significa che a 24 anni si arriva al culmine della contentezza, mentre il punto più basso si tocca intorno ai 40. Niente paura però, perché a partire dai 42 anni le donne iniziano ad essere più felici e soddisfatte della propria vita.

“La crisi di mezza età inizia quando l’individuo arriva alla soglia minima di soddisfazione di sé – ha svelato Alex Fantini, fondatore de portale -. Un fenomeno che quindi non ha molto a che vedere con la realtà, quanto piuttosto con le aspettative deluse: il rimpianto per quel che non è stato”. Ciò significa che a 24 anni le donne hanno grandi aspettative per il proprio futuro. Immaginano gli anni che verranno con la speranza di realizzare sogni e desideri.

Tutto però cambia quando a 40 anni la vita che ci si ritrova a vivere non è quella che si era immaginata tempo prima. “È vero è infatti che a 20 anni vivere in una camera in affitto, condividendo lo stesso appartamento con altri mentre si frequenta l’università, rende spesso le donne molto felici, perché attendono che i loro sforzi saranno presto ricompensati – ha spiegato il titolare di CougarItalia.com, secondo cui tutto cambia a 40 anni -. Così, al di là delle loro reali condizioni di vita, la loro percezione di benessere inizia a declinare fino a toccare il punto più basso quando si trovano a dovere fare i conti con tutto ciò che non è andato come esse pensavano, con l’aggravante che non avranno mai più le stesse opportunità”.

Non tutto è perduto però, secondo i risultati della ricerca infatti a 42 anni le donne iniziano ad apprezzare di più la vita. Il motivo? A quest’età sono liberi dai pregiudizi e dai freni che caratterizzano la giovinezza, si sentono molto più sicure e sanno ciò che vogliono. Che sia in amore oppure sul lavoro, le 42enni sanno il fatto loro e sono in grado di farsi valere. Si bastano a sé stesse, non vivono di illusioni, ma guardano al futuro con coraggio, speranza e perseveranza.

A 20 anni il picco della felicità, a 40 anni si tocca il fondo. A 42 si risale
A 20 anni il picco della felicità, a 40 anni si tocca il fondo. A 42 ...