11 vicini di ombrellone da evitare come la peste

Lo zozzone, l'invadente, l'esibizionista, lo strillone, l'infame. Diteci se siete d'accordo con noi. E se ne abbiamo dimenticato qualcuno

Spiaggia e ombrellone, gioia e preoccupazione. Perché la tanto sognata giornata in relax in riva al mare potrebbe trasformarsi in un film dell’orrore se abbiamo la sfortuna di incappare in un vicino di ombrellone “letale”. Vale a dire che rientra in una delle categorie sottoelencate.

Gli australiani hanno identificato i dieci tipi peggiori, nell’annuale report Expedia.com.au. Noi ne abbiamo aggiunto qualcuno. Diteci se siete d’accordo con noi:

1. LO ZOZZONE
Sporca la spiaggia infischiandosene, gettando cartacce, fazzolettini e bottiglie vuote ovunque. Convinto che ci sarà chi pulirà al posto suo.
2. L’ESIBIZIONISTA PALESTRATO
Passa il tempo camminando su e giù lungo la battigia per mostrare il pettorale e il bicipite scolpito, che gli è costato un anno di sudore e soldoni in palestra. Patetico.
3. LO STRILLONE
È convinto che in spiaggia ci sia solo lui: parla ad alta voce, urla, strilla ai figli, grida al telefono. Imbavagliamolo!
4. IL GENITORE MENEFREGHISTA
Se ne frega se i figli corrono sul tuo asciugamano riempiendolo di sabbia, se si spruzzano l’acqua facendoti la doccia o se litigano e frignano in continuazione. Tanto “Sono bambini, no?”
5. L’INVADENTE
Ci sono decine di metri di spiaggia libera ma lui no, deve piantare l’ombrellone a due centimetri dal tuo. Bisogno di affetto?
6. IL CURIOSO
Anche se con la sua famiglia, passa tutto il tempo voltato dalla tua parte, ad ascoltare le tue conversazioni, anche in maniera spudorata. Diamogli un cellulare, se il suo è scarico: che si facesse i cavoli dei suoi amici di Facebook, non i nostri.
7. L’ESTETISTA EN PLEIN AIR
Ha deciso che depilazione e pulizia del viso vanno fatte in spiaggia. E se ne frega se mentre tu mangi lui schiaccia i punti neri al partner.
8. LA STATUA DI SALE
Sta ore e ore sotto l’ombrellone, immobile, con gli occhiali da sole fissi sugli occhi. Sarà vivo? A fine giornata te ne vai chiedendoti se la tua non sia stata omissione di soccorso.
9. I FANATICI DEI RACCHETTONI
Un po’ di sano movimento ci sta tutto, ma loro sono convinti che la battigia sia un campo prenotato e a te tocca fare le gincane per non beccarti un pallina, o peggio ancora una racchettata, in faccia. Sfacciati.
10. IL CALCIATORE MANCATO
Se ami il calcio ma non sei diventato Ronaldo ci sarà un motivo. Quindi se devi improvvisare una partita in spiaggia, perché usare il mio asciugamano come linea di fondo campo e farmi arrivare inevitabilmente una tempesta di sabbia in faccia ad ogni tua calciata?
11. L’INFAME
È quello che aspetta che tu timidamente e titubante ti avvicini, cercando di prendere coraggio e infilare un piede in acqua, per tuffarsi a bomba accanto a te, facendoti travolgere da uno tsunami ghiacciato. Da giustiziare subito!

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

11 vicini di ombrellone da evitare come la peste