Rita Levi Montalcini, il Premio Nobel per la medicina

Rita Levi Montalcini è il simbolo della donna scienziata. Premio Nobel, senatrice a vita, ha sempre difeso l'idea che l'umanità deve essere rappresentata dai due sessi

Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la medicina nel 1986, è l’emblema della donna scienziata.

Il suo pensiero si sintetizza questa frase: “Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente”.

Perseguitata dalle leggi razziali, la Montalcini fisse fino a 103. Fu la prima donna a essere ammessa alla Pontificia accademia delle scienze. Nel 2001 fu nominata senatrice a vita “per aver illustrato la Patria con altissimi meriti nel campo scientifico e sociale”. Socia dell’Accademia dei Lincei per la classe delle scienze fisiche, co-fondatrice della Fondazione Idis-Città della Scienza.

Rita Levi Montalcini si è definita una donna libera, ben consapevole di essere cresciuta in una società maschilista dove le donne hanno pochissime possibilità. La ricercatrice ha sempre difeso l’idea che: “L’umanità è fatta di uomini e donne e deve essere rappresentata da entrambi i sessi“.

Come Rita Levi Montalcini, le altre donne che si sono distinte col loro operato.

Rita Levi Montalcini, il Premio Nobel per la medicina